Cerca nel sito
Sardegna Oristano Archeologia Nuraghe

Cabras, le nuove scoperte di Mont'e Prama 

Cuccuru is Arrius, Monte Prama e Tharros: tre antiche ricchezze da non perdere...

Le rovine di Tharros, Cabras
©iStock
Le rovine di Tharros, Cabras
PERCHE' SE NE PARLA Una decina di nuove tombe a pozzetto, due modellini di nuraghe, quattro metri di muro nuragico e pochi frammenti scultorei. Sono questi i risultati dei recenti scavi che si sono avuti nell'area del sito di Mont'e Prama nel Sinis di Cabras, in provincia di Oristano. Le prossime campagne di scavi partiranno probabilmente nella tarda primavera del 2017. 
 
PERCHE' ANDARCI La più antica testimonianza della presenza umana nel territorio proviene dalla località di Cuccuru is Arrius, dove sono state trovate tombe risalenti al neolitico (4000 a.C.). Le statuette rinvenute nei corredi funerari testimoniano la religiosità di ambito mediterraneo di quel periodo, pervasa dal culto del dio Toro e dalla dea Madre. All'epoca nuragica risalgono invece le statue monumentali in pietra di guerrieri o atleti provenienti dal sito di Monti Prama, oggi conservate al Museo Archeologico Nazionale di Cagliari.
 
DA NON PERDERE Tra i luoghi archeologici, programmate una visita anche a Monte Prama e alle rovine della città di Tharros. I Giganti di Mont'e Prama sono sculture nuragiche a tutto tondo. Sono state ritrovate spezzate nel 1974 e sono scolpite in arenaria gessosa locale e la loro altezza varia tra i 2 e i 2,5 metri. L'area di Tharros è un museo all'aria aperta, con resti per lo più risalenti al periodo della dominazione romana o della prima cristianità. Tra le strutture più interessanti da citare il tophet, le terme, le fondamenta del tempio e una parte dell'area con case e botteghe artigiane.
 
PERCHE’ NON ANDARCI Nonostante le sue attrattive, il turismo in questa zona è essenzialmente stagionale, concentrato nella fascia costiera e legato alla stagione estiva. Le strutture turistiche di tipo alberghiero e extralberghiero sono poche e situate in località a ridosso del litorale o a breve distanza da questo. Vanno meglio gli agriturismi e le forme di turismo rurale.
 
COSA COMPRARE E COSA EVITARE Non solo ceramiche e non solo gadget con i 4 mori in Sardegna. La città di Oristano è conosciuta per essere la maggiore produttrice sarda della tipica bottarga, costituita dalle uova del muggine pressate, salate e seccate.
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione Sardegna
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati