Cerca nel sito
Arabia Saudita deserto archeologia

Arabia Saudita, quei ‘cancelli’ verso l’ignoto

Scoperte 400 figure nel deserto arabico grazie alle immagini aeree

Arabia Saudita
istockphotos
Mappa dell'Arabia Saudita
PERCHE’ SE NE PARLA
Un nuovo mistero appassionerà che gli archeologi, i geografi, gli storici per i prossimi anni a venire. Forse meno entusiasmante delle linee di Nazca, meno sorprendente dei ‘cerchi nel grano’, ma le strane forme che si vedono sorvolando il deserto dell’Arabia Saudita si vanno ufficialmente ad aggiungere alla lista delle inspiegabili tracce del passato. Alcuni ricercatori australiani - a dire il vero, tutto è nato da ricercatori amatoriali - hanno individuato i resti di alcune strutture in pietra che, viste da una posizione sopraelevata, vanno a formare delle figure che sembrano delle porte, dei cancelli (e difatti in inglese sono state battezzate ‘gates’). Ma anche qualcuna che sembrerebbe un gigantesco aquilone. Figure che a livello del terreno non si percepiscono, ma che grazie ai satelliti di Google Earth sono state individuate dopo anni di osservazioni.
 
PERCHE’ ANDARE
Tracciati di caccia? Strutture funebri? Non si sa ancora con certezza cosa fossero e a cosa servissero, e soprattutto perché avessero delle forme così definite. Visibili solo dall’alto. Si suppone abbiano circa 2000 anni, ma qualcuno azzarda 7000. Nulla di più per ora, oltre che le ipotesi. Questi ‘cancelli’ si trovano in un’area desertica di origine vulcanica chiamata Harrat Khaybar, e sono centinaia - alcune fonti ne riportano fino a 400. Si tratta di una zona vulcanica e desertica, che nelle immagini satellitari si vede punteggiata di crateri. Difficilmente verreste qui a fare un viaggio, o un trekking. Questo campo vulcanico è tuttavia molto studiato dai geologi e scienziati.
 
DA NON PERDERE
L’area di Harrat Khaybar si trova non lontana dalla città di Medina, il secondo centro islamico più importante dopo la Mecca. Qui si trova la meravigliosa Moschea del Profeta, dove è collocata la tomba di Maometto. Tuttavia i non-musulmani non la possono visitare, e non possono nemmeno entrare nel centro storico della città. 
 
PERCHE’ NON ANDARE
Se non siete di religione Islamica potete vedere ben poco delle bellezze architettoniche e culturali di Medina. Mentre nella regione sopra citata non esiste motivo di andare se non per studi. Aggiungete che ottenere il visto turistico è un’impresa. Insomma, se siete curiosi di vedere questi ‘gates’ cimentatevi anche voi con Google Earth. 
 
COSA NON COMPRARE
Nell’Harrat Khaybar non comprerete assolutamente nulla.
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Arabia Saudita
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100