Cerca nel sito
Egitto Amarna Scoperta archeologia mistero

Amarna, finalmente trovati i misteriosi coni funerari

Si tratta di manufatti in argilla o terracotta che venivano posti sopra gli ingressi delle cappelle tombali egiziane. La cui funzione, però, rimane ancora ignota

Egitto, Amarna
iStock
Egitto, Amarna
PERCHE' SE NE PARLA
Scoperti in Egitto, per la prima volta, degli antichi coni funerari. Si tratta di manufatti in argilla o terracotta che venivano posti sopra gli ingressi delle cappelle tombali. Si trovavano, secondo uno studio pubblicato recentemente sulla rivista Antiquity, nel sito archeologico di Amarna, un'antica città costruita dal faraone Akhenaton come centro per il culto del dio del sole Aten. Rimane tuttavia ignota, al momento, la funzione di questi coni.
 
PERCHE' ANDARCI
Un tempo Amarna si chiamava Akhetaton, la città egizia fondata da Akhenaton come capitale. Oggi, di essa, si possono ancora distinguere i tre quartieri principali con i loro rispettivi palazzi reali. Il quartiere centrale includeva il vero palazzo reale con la sede del governo. I complessi palazzi del nord e del sud, invece, erano destinati al riposo e allo svago.  La Strada Regia, attraversando la città, suddivideva il complesso in due distinte aree: una era destinata agli uffici di governo, l'altra alle residenze private dei sovrani.


 
DA NON PERDERE
Le tombe dei nobili, erette ad Amarna, sono i luoghi di sepoltura dei cortigiani e delle persone più potenti della città. Le tombe, che sorgono a est della piana arida di Akhetaton, sono scavate all'interno delle balze rocciose. Le principali sono in totale venticinque. Mentre molte di loro presentano decorazioni particolari e mantengono impressi i nomi dei proprietari, delle restanti alcune si presentano piccole e incompiute, altre, invece, di natura modesta.
 
PERCHE' NON ANDARCI 
La Farnesina raccomanda di evitare i viaggi non indispensabili in Egitto in località diverse dal Cairo e da Alessandria, dai resorts situati a Sharm el-Sheikh, sulla costa continentale del Mar Rosso, nelle aree turistiche dell'Alto Egitto e di quelle del Mar Mediterraneo, ove mantenere comunque elevata la soglia di attenzione in quanto, seppur sottoposti a controllo da parte della autorità di sicurezza, non possono essere considerati immuni da possibili minacce. 
 
COSA NON COMPRARE 
Teste di faraoni, busti di divinità antiche, piramidi incise, narghilè in vetro e in metallo, sandali tipici in pelle, scarabei portafortuna e pergamene colorate: in Egitto il mercato dei souvenir incanta tutti. Unica pecca: ci sono anche qui le sfere di neve. In Egitto. 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Egitto
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati