Cerca nel sito
Sicilia Agrigento Templi Archeologia Storia

Agrigento, scoperto il teatro della Città Antica

La Valle dei Templi è uno dei luoghi turistici più importanti d'Italia nonché, con i suoi 1300 ettari, il sito archeologico più grande del mondo.

Tempio di Giunone, Valle dei Templi, Agrigento
Courtesy of ©iStock
Tempio di Giunone - Valle dei Templi
PERCHE' SE NE PARLA Finalmente è stato trovato il teatro della Città Antica di Agrigento. Ed è di età ellenistica, probabilmente realizzato nel terzo secolo avanti Cristo. Parliamo di una cavea teatrale dal diametro di 100 metri. "Abbiamo già 300 mila euro - spiega il direttore del Parco archeologico, Giuseppe Parello - che ci consentiranno grosso modo di proseguire per altri sei mesi circa. Continueremo, dunque, perché dobbiamo portare fuori ciò che poi deve essere musealizzato". Dal punto di vista topografico il teatro costituirebbe il punto di vista privilegiato con cui l'area pubblica dell'agorà si affacciava verso la Valle dei Templi. 
 
"Una serie di elementi ci permettono di confermare l'ipotesi iniziale: ci troviamo di fronte ad una cavea teatrale semicircolare che ha una sua monumentalità - afferma l'archeologo Luigi Caliò dell'Università di Catania - Con le due camere in sequenza che stiamo scoprendo nella parte Nord, nella summa cavea, dunque nella zona più alta del teatro - prosegue - a fianco di queste due camere abbiamo trovato un'altra struttura che dovrebbe essere forse un passaggio, una sorta di corridoio, fra la piazza retrostante e il teatro. Esempi del genere in Sicilia li abbiamo a Segesta"
 
PERCHE' ANDARCI La Valle dei Templi (VI-II secolo a.C.), incredibile testimonianza dell'antica Magna Grecia, corrisponde all'antica Akragas, monumentale nucleo originario della città di Agrigento. Dal 1997 Patrimonio Unesco, è uno dei luoghi turistici più importanti d'Italia nonché, con i suoi 1300 ettari, il sito archeologico più grande del mondo. La Valle dei Templi è caratterizzata dai resti di ben dieci templi in ordine dorico, tre santuari, una grande concentrazione di necropoli, fortificazioni. Due i luoghi di riunione, l'Agorà inferiore e l'Agorà superiore. Le attrattive più amate sono il Tempio della Concordia, il Tempio di Giunone e il Tempio di Ercole.  
 
DA NON PERDERE Nel centro storico troverete l'Abbazia di Santo Spirito, risalente al 1260, composta dalla chiesa e dal monastero; il Monastero adiacente (Badia Grande) accoglie uno dei chiostri più intatti della storia siciliana, e affreschi del XVI e XIX secolo; la Chiesa di San Lorenzo e Ipogei, detta anche "del Purgatorio". Tra i luoghi più apprezzati troviamo Santa Maria dei Greci, probabilmente costruita al posto dell'antico tempio di Athena, la Casa Natale di Luigi Pirandello e il Duomo.
 
PERCHE' NON ANDARCI Agrigento, soprannominata la più bella città dei mortali, ha anche problemi non da poco. Qui, secondo la classifica del Sole 24ore la qualità della vita è la peggiore in Italia. A pesare particolarmente le voci "ambiente", "lavoro" e "infrastrutture". Inoltre, secondo l'Anmil, Associazione italiana mutilati e invalidi del lavoro, è tra gli ultimi posti in fatto di accessibilità architettonica. 
 
COSA NON COMPRARE La Valle dei Templi regna, tra le miniature souvenir. E poi vasi, piatti e calamite. Stabilire cosa non comprare è dura, ma peggio dei "mini pupi siciliani" c'è poco. Caratteristici quanto volete, ma sono brutti e anche inutili.
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione Sicilia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100