Cerca nel sito
Abu Dhabi impronte Al Ain Hili

Abu Dhabi, impronte digitali di 3000 anni

Un mattone millenario porta i segni inconfondibili di una mano 

Al Ain
istockphotos
Hili, sito di Al Ain
PERCHÉ SE NE PARLA
Più di un’impronta digitale, un vero e proprio calco di numerose dita: è quello che hanno scoperto gli studiosi presso un sito archeologico della città di Al Ain, nell’emirato di Abu Dhabi. Su un mattone di argilla di circa 3000 anni sono infatti rimaste impressi i calchi e le impronte di uno o più operai (le analisi presto identificheranno quante persone e di che età) impegnati nella costruzione degli edifici che punteggiano il sito archeologico di Hili 2, che si trova appena fuori dalla città, sul versante nord est. Gli scavi in questo luogo sono iniziati negli anni ’70, e hanno riportato alla luce diverse case risalenti all’età del ferro, rivelando interessanti tecniche costruttive ed evidenti abilità tecniche da parte degli abitanti dell’insediamento.
 
PERCHÉ ANDARE 
Hili 2 è un sito che fa parte del Circuito archeologico e culturale di Al Ain, patrimonio Unesco. Oltre a Hili, fanno parte del circuito Hafit, Bidaa Bint Saud e diverse Oases Areas – oasi. Insieme, costituiscono un importante testimonianza degli insediamenti umani in questa regione, a partire dal neolitico. Tra i resti di maggiore interesse, alcune tombe circolare in pietra risalenti al 2500 a.C., diversi edifici in adobe per uso residenziale, ma anche torri, palazzi, sistemi di irrigazione sofisticati. Nell’insieme questo circuito archeologico rappresenta in maniera eccellente l’evoluzione della regione, coprendo un lasso di tempo di migliaia di anni.
 
DA NON PERDERE
Tra i numerosi forti che punteggiano la zona di Al Ain, il Palazzo di Sheikh Zayed. Uno splendido esempio di architettura locale, costruito nel 1937 come residenza del presidente Sheikh Zayed, oggi museo che apre le proprie sale ai visitatori. La visita offre un interessante spaccato della vita nella fortezza, e affascina con i suoi cortili, la sua architettura tradizionale emiratina e il contrasto con i dettagli di design moderno che ne aumentano il lusso e il prestigio. 
 
PERCHÉ NON ANDARE
Al Ain sta scoprendo ora la sua vocazione turistica, ma è principalmente una meta scelta dagli abitanti di Abu Dhabi più che dai visitatori. La sua posizione non sul mare la rende infatti una meta secondaria o una tappa di un viaggio nella regione, ma non la destinazione finale di una vacanza. E non sottovalutate le temperature, tra le più alte nella regione.
 
COSA NON COMPRARE
L’artigianato locale è ricco ed elaborato (gioielleria e tessuti in particolare), ma nei centri commerciali dove si concentra lo shopping locale difficilmente vi imbatterete in acquisti realmente ‘fatti a mano’. O perlomeno il dubbio è lecito. 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100