Cerca nel sito
Bologna Giorgio Morandi Museo Arte Via Fondazza

A Bologna per ricordare Giorgio Morandi

125 anni fa nasceva uno dei maggiori esponenti della pittura italiana del Novecento: nella città emiliana un Museo e la casa per ricordarlo...

Bologna
Stock photo © treeffe
Bologna
PERCHE' SE NE PARLA A Bologna per ricordare il pittore italiano Giorgio Morandi, che festeggia oggi il 125º anniversario della nascita. E pensare che anche Google gli ha dedicato un doodle. Bolognese (1890-1964) Morandi è stato uno dei maggiori esponenti della pittura italiana del '900 e tra i più grandi incisori mondiali del XX secolo. Famose le sue nature morte, olio su tela, che rappresentano vasi, ciotole, bottiglie ma anche fiori e paesaggi. Ricorrenti anche i fienili della sua casa di campagna a Grizzana, il comune bolognese che nel 1985 divenne Grizzana Morandi, in omaggio alla sua memoria. A Bologna nel 1992 è stato inaugurato, a Palazzo d'Accursio, un museo monografico dedicato all'artista.
 
PERCHE' ANDARCI Il Museo Morandi è la più ampia e rilevante collezione pubblica dedicata a Giorgio Morandi. Questo nasce a seguito di una cospicua donazione da parte della sorella dell'artista Maria Teresa Morandi, unita ad un importante gruppo di opere già presenti nel patrimonio della Galleria d'Arte Moderna di Bologna. Dalla data della sua inaugurazione il museo ha avuto sede all'interno di Palazzo d'Accursio, in Piazza Maggiore, fino al 27 ottobre 2012, data del suo trasferimento al MAMbo.

DA NON PERDERE Nel 1933 l'artista e la sua famiglia si trasferiscono al n° 36 di via Fondazza. Morandi sceglie per sé la stanza sul cortile, la più appartata, con la finestra che si apre sul giardinetto con l'aiuola e l'ulivo e sui tetti toccati dall'aria dei colli, vista che conosciamo da numerosi suoi quadri. Lo studio, l'atmosfera, gli oggetti originali rivivono nell'appartamento di via Fondazza, che, ampliando il ricco percorso espositivo del Museo Morandi, diventa spazio di approfondimento sull'opera di Giorgio Morandi. Installazioni audio-video, tecnologie multimediali, la biblioteca e numerosi documenti appartenuti all'artista sono a disposizione del pubblico. Una sala di lettura accoglierà gli studiosi, mentre uno spazio polivalente ospiterà incontri, seminari e iniziative culturali.

PERCHE' NON ANDARCI Bologna è una città bellissima, ma la viabilità è un po' complicata. E prendere una multa non risulta particolarmente difficile: se volete muovervi per il centro, lasciate stare l'auto perché, tra ztl e carenza di parcheggi, la vostra serata potrebbe diventare un incubo.

COSA NON COMPRARE Tra i souvenir più comprati, quello delle due torri, ovviamente. Ma ricordate anche che la cucina locale è considerata una delle più buone al mondo.

 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione Emilia Romagna
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati