Cerca nel sito
HOME  / gusto
Prodotti Igp Veneto ricetta con Ciliegia di Marostica

Veneto: a Marostica la ciliegia degli scacchi

Il frutto simbolo del Vicentino racconta della città di Marostica tra storia e leggenda. Ed è la prima ciliegia in Italia ad aver ottenuto il riconoscimento Igp

frutto
iStock
Ciliegie
La ciliegia di Marostica Igp, unica ciliegia in Italia che si può pregiare di tale riconoscimento, presenta una forma cuoriforme, un colore variabile dal rosa al rosso scuro, a seconda delle varietà; è succosa, dal gusto pieno, dolce e molto gradevole.

LA TRADIZIONE Risale alla prima metà del '400 il più antico documento a testimonianza della produzione della ciliegia nella celebre città della partita a scacchi: Marostica. In questa zona e nell'economia agricola del territorio, la coltivazione della ciliegia ha da sempre svolto un ruolo importante: già nei primi anni '50 esisteva, a Mason Vicentino, un mercato delle ciliegie dove si concentrava tutta la produzione locale e dei comuni limitrofi. Il Consorzio nacque nel 1957 e ancora oggi raccoglie e distribuisce le ciliegie prodotte su una superficie di circa 460 ettari, quasi esclusivamente in zona collinare, su terreni fertili e ricchi che consentono di ottenere un prodotto dolce e gustoso.

LA DENOMINAZIONE L’indicazione geografica protetta “Ciliegia di Marostica” è riservata ai frutti di ciliegia che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal regolamento CEE n. 2081/92 (oggi Reg. CEE 510/06) indicati nel disciplinare di produzione.

LE CARATTERISTICHE Le varietà di maggior interesse commerciale sono Sandra, Romana, Francese e i Duroni rossi dal particolare sapore dolce. Si caratterizzano per la brevità dell'inter-vallo tra l'allegagione e la maturazione, che dura solo trenta giorni, e, allo stesso tempo, per l'ottima pezzatura dei frutti.

LA PRODUZIONE La zona di coltivazione riguarda quella parte di territorio veneto che si estende sulla fascia pedemontana vicentina e, partendo da Breganze, attraversa i territori di Marostica, Bassano del Grappa, Mason vicentino, Pianezze, Molvena, Salcedo, Schiavon e Fara Vicentino. Le colline, fertili e ricche di potassio, compongono l’incantevole scenografia di quest’area geografica. Ogni anno, in questa zona, si producono circa sette mila tonnellate di ciliegie e le aziende coinvolte in questa redditizia attività sono quattrocento e, all’incirca centocinquanta di queste, possono vantare il marchio di garanzia Igp.

Leggi anche: MAROSTICA, SFIDA DI SCACCHI PER AMORE

LA CULTURA L'areale di coltivazione è un territorio collinare costellato da cittadine di antiche origini, prima tra tutte Marostica, i cui castelli, Superiore ed Inferiore, e le cui mura scaligere risalgono al 1300. La città è rinomata proprio per la Sagra delle ciliegie, che si tiene ogni anno l'ultima domenica del mese di maggio per celebrare l'"oro rosso", primo frutto della stagione primaverile. Durante tutto il periodo della raccolta è possibile gustare piatti a base di ciliegie, proposti nei locali più tipici della zona. Le origini di questa produzione affondano le loro radici nel 1454 quando, a Marostica, fu teatro di un curioso episodio che si colloca a metà tra storia e leggenda. Pare, infatti, che, proprio nel corso di quell’anno, il governatore della città avesse indetto una sfida a scacchi tra i due giovani che si contendevano la mano della figlia: il vincitore avrebbe avuto l’onore di poterla sposare. La partita si giocò con delle pedine viventi e, il giorno delle nozze, per l’uomo diede ordine di piantare dei ciliegi su tutto il territorio comunale. È nata così la tradizione per la quale, ogni due anni a settembre, si rievoca quel gioco fatto con gli scacchi umani. Da questa originale e divertente situazione deriva il logo che rende immediatamente riconoscibile la Ciliegia di Marostica Igp e raffigura un frutto rosso con peduncolo e foglia verde sovrapposto a una torre medievale che rappresenta il pezzo della famosa scacchiera posta sulla piazza di Marostica.

IN CUCINA Dolcissime e dalla polpa carnosa, questi frutti sono da consumare al naturale o nelle preparazioni dolciarie. La Ciliegia di Marostica è un ottimo alleato per la salute: protegge il cuore, ha effetti antidolorifici grazie agli antociani (sali presenti in grande quantità nel frutto maturo), favorisce il controllo dell’ipertensione e della diuresi. Inoltre queste ciliegie hanno pochissime calorie, non hanno colesterolo e sono ricche di sali minerali, vitamine e  polifenoli.

PRODOTTI TIPICI E RICETTE DAL GUSTO ITALIANO

LA RICETTA Insalata Giulietta. Ingredienti per 4 persone: Gr.50 Insalata gentile, Gr.50 Valeriana, Gr.50 Carote, n°4 Pomodoro san Marzano tagliato in 4, N°8-12 Ciliegie di Marostica Igp con piccolo, N°4 Bocconcini di bufala Dop, Gr.15 Olio colli Berici Dop, 2-3 Macinate di Sale grosso delle Paluder costa Atlantica, N°1 Limone succo non trattato spremuto. Lavare e pulire la gentile il radicchio le carote e i pomodorini. Tagliate i pomodorini in 4 spicchi. Grattugiare le carote. In una boule di vetro mettere la valeriana, la gentile, le carote e infine i pomodorini San Marzano. Aggiungere le ciliegie di Marostica Igp e i bocconcini di bufala Dop. Condire con succo di limone poi sale delle Paluder e infine con olio extra vergine di oliva Dop colli Berici. (ciliegiadimarosticaigp.it)

Altre ricette
Verzada
Crostate di Albicocche del Vesuvio
Pollo al miele e limone


IL TERRITORIO In provincia di Vicenza, ai piedi dell’Altopiano di Asiago, sorge Marostica, la città nota in tutto il mondo per la partita a scacchi che si svolge ogni due anni (anni pari) con personaggi viventi nella piazza cittadina, nel secondo fine settimana di settembre: è una tradizione avviata nel 1923 e che si vuole ispirata ad un evento del 1454, sebbene non vi siano prove storiche. Per questa storica manifestazione la cittadina vicentina viene anche soprannominata "la città degli scacchi". Marostica è altresì famosa per la produzione della Ciliegia di Marostica, prodotto a indicazione geografica protetta. VISITA MAROSTICA: VAI ALLA GUIDA
 
Leggi anche:
Foto: La ciliegia dell’Etna
L’amarena della salute (Stile.it)
Mousse di ciliegie per il dolce dessert estivo (Stile.it)
Durone, il frutto rosso dell’Emilia Romagna
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100