Cerca nel sito
HOME  / gusto
Agriturismi Alto Adige Tlisorahof di Longiarù

Val Badia, gusto per tradizione in agriturismo

Vacanze all’insegna della natura e dei sapori ladini al Tlisorahof di Longiarù

paesaggio di montagna, Dolomiti
iStock
Paesaggio dolomitico
Lontano dal turismo di massa, il pittoresco S. Martino in Badia è immerso nel mondo alpino delle Dolomiti. Siamo in Val Badia e il paesino comprende le località di Picolein, Longiarù ed Antermoia. Natura, sport e buon cibo attirano visitatori che non perdono occasione di scoprire il parco naturale Puez Odle e i suoi monti. Ma anche il Ciastel de Tor, museo provinciale ladino. Da non perdere le “Viles”, insediamenti più antichi del territorio ladino.
 
In inverno le piste del Plan de Corones offrono spettacolari scenari da godere sciando. Come le piste del Sellaronda, o quelle da fondo ai piedi del Sasso Putia.
 
TLISORAHOF: VACANZE GREEN IN VAL BADIA
 
Longiarù è un pittoresco paese di montagna e si presenta come un gioiello immerso nel verde. È qui che si possono ammirare les Viles, magari durante un’escursione a piedi o in bici, grazie alla quale si scoprono masi centenari che sembrano allestiti in un grande museo all’aperto. Ed è qui che si trova l’agriturismo Tlisorahof, struttura in cui si viene accolti dai proprietari a cavallo, in un'azienda di 56 ettari con allevamento di bovini, conigli e polli. Il maso produce latte, carne, speck, salumi, uova, confetture e succhi di frutta. E propone attività a contatto con la natura come la raccolta di funghi e mirtilli, equitazione, tennis, piscina e sci.
 
 
I soggiorni, con prima colazione, mezza pensione o pensione completa, sono all’insegna del completo relax e vengono accompagnati da offerte di ristorazione della tipica cucina altoatesina. Presso l’azienda è possibile acquistare il frutto della produzione propria e usufruire del servizio di guida alle attività agricole con degustazione di piatti e “gioielli” gastronomici di alta qualità.
 
AGRITURISMO TLISORAHOF: L’ANTICA TRADIZIONE LADINA IN CUCINA
 
Degna di nota la colazione dove si possono gustare i prodotti della famiglia (speck, burro, latte, salame, yogurt, dolci e pane fresco). La cena offre una carta ben fornita e accompagnata da ottimi vini. Il tutto reso ancora più piacevole dalla cortesia e l'ospitalità della famiglia Chiusura. Canederli, risotto al radicchio, strudel, zuppa al vino, polenta, ravioli ripieni e l’inconfondibile pane di segale: tutta la genuinità tipica di queste valli nel piatto.
 
 
La cultura gastronomica altoatesina è il risultato di influenze provenienti dall'Austria e dal Trentino. Lo dimostrano piatti come canederli, gulasch e strudel. Alla base delle ricche tipicità culinarie, la scelta accurata di materie prime locali e genuine. Come molte valli delle Alpi, anche quelle ladine hanno sviluppato una cultura culinaria fortemente improntata sui prodotti locali. La carenza di ingredienti portava anticamente a preparare piatti con i pochi ingredienti disponibili. E proprio questi sono ancora oggi alcune delle specialità più amate della cucina ladina come ad esempio la zuppa d’orzo, le turtres (tasche con ripieno di spinaci o crauti), ravioli con ripieno di spinaci oppure le furtaies (dolci a spirale, fritti).
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100