Cerca nel sito
HOME  / gusto
Agriturismi Lazio Tenuta di Santa Lucia di Soriano del Cimino

Tenuta di Santa Lucia, gusto ai piedi del Monte Cimino

L'agriturismo all'interno dell'affascinante campagna laziale propone una cucina locale con prodotti provenienti dalla propria azienda agricola 

paese Lazio
iStock
Soriano nel Cimino
La Tenuta di Santa Lucia sorge a Soriano nel Cimino, nel cuore della Tuscia, in un luogo ricco di storia e di bellezze da scoprire. Di proprietà della famiglia Trua da quasi 200 anni, l’azienda è principalmente vocata all’allevamento dei bovini della pregiata razza chianina. Il terreno è coltivato a cereali, fieno, uliveti e noccioleti. Recente invece la coltivazione della lavanda. Grazie alla moltitudine e varietà dei fiori e alla vicinanza dei castagni si produce anche un miele prelibato.

Leggi anche: TRA I CASTAGNETI DI CANEPINA SI OMAGGIA IL MARRONE DEI MONTI CIMINI
 
Soriano nel Cimino, in provincia di Viterbo, è un centro ricco di cultura e storia, dove ogni angolo trasporta in un’atmosfera medievale e surreale. Sorge a 509 metri su una collina alle pendici dello splendido Monte Cimino, circondata dal profumo della natura incontaminata della montagna. Soriano è un paese dove le tradizione medievali sono vivissime: l’evento che maggiormente lo caratterizza è la Sagra delle Castagne che porta nel paese tantissime persone provenienti da tutta Italia e anche dall’estero.
Si svolge sempre il primo e secondo week-end di ottobre ed è considerata una delle più belle e suggestive manifestazioni storico-rievocative d’Italia.
 
Il restauro della Tenuta di Santa Lucia ha mantenuto l’architettura originale che presentava travi e muri in peperino, pietra tipica della nostra zona. La Tenuta di Santa Lucia trova ubicazione ai piedi dei Monti Cimini nella bella campagna laziale, a soli 4 km di distanza dal centro storico di Soriano nel Cimino, a due passi da Viterbo, Orte e il Lago di Vico. Questo storico casale propone ampie camere arredate in stile rustico, con soffitti con travi a vista e mobili in legno. Elegante anche la piscina a sfioro in mosaico grigio che si affaccia sulla campagna circostante.

Leggi anche: UN AMORE TRA LE FRONDE (Stile.it)
 
Il ristorante in loco, Bigattiera, serve piatti a base di carne e prodotti stagionali e provenienti dall’azienda. Inoltre possono essere impartite anche lezioni pratiche di cucina. La prima colazione è comprensiva di dolci caserecci e di cibi salati. Alla Bigattiera si cucina come una volta, la pasta viene tirata a mano, la carne chianina proveniente dall’allevamento viene cucinata in modo semplice per esaltarne il gusto e le qualità organolettiche. I piatti variano con le stagioni, e con le diverse verdure provenienti dall’orto.  Un ideale per chi, amante dei sapori piu antichi e della quiete della campagna, vuole trascorrere un soggiorno dimenticabile

Leggi anche: ECCO IL POMODORO NERO (Stile.it)
 
La cucina è quella tipica della Tuscia con quelle salutari combinazioni di ingredienti e metodi tradizionali . E’ composta da ingredienti fatti in casa: lombrichelli, pappardelle, fettuccine al bastone, polenta, "maccaroni" di Canepina, gnocchi di patate, minestre di legumi (classica la pasta e fagioli). E ancora abbacchio, porchettine, trippa, polli, coniglio, pesci di lago e di mare. Per finire un bicchiere di Aleatico di Gradoli o di Cannaiola, tozzetti con le nocciole, crostate, ciambellone e ciambelline al vino.
 
tenutadisantalucia.com
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Monumenti nelle vicinanze
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati