Cerca nel sito
HOME  / gusto
Campania Avellino Irpinia Taurasi eccellenza enologica

Taurasi nell’Olimpo dei vini d'Italia

A dispetto della sua scarsa notorietà il vino Docg dell'Irpinia è un’eccellenza tout court

bicchieri di vino rosso
©iStockphoto
Bicchieri di vino rosso 
L’Irpinia è ricordata soprattutto per il devastante terremoto del 1980 ma oggi è una regione viva caratterizzata da scorci mozzafiato e paesaggi inaspettati. Tra le colline in provincia di Avellino (scopri di più su questa città) sorge Taurasi, dove tutto sembra sospeso e quasi magico, immersa tra vigne ed uliveti che anticipano le atmosfere bucoliche di questi luoghi. Si tratta di una località dove una torre con tanto di orologio, un castello ed una porta conducono il visitatore ad un dedalo di stretti vicoletti che si aprono su scorci mozzafiato, tra porte e portoni di piccoli palazzi storici e nobiliari in pietra. Una passeggiata a Taurasi si può considerare quasi come una terapia tanta è la pace che si percepisce. Ma i più arrivano da queste parti per degustare il celebre vino, in quanto la cittadina è famosa per il suo territorio e le sue vigne che producono l’omonimo vino Taurasi, diventato DOCG nel 1993. La produzione del Taurasi è permessa solo in questa zona e con uve aglianiche pure e il prodotto viene considerato uno dei più eleganti e pregiati vini italiani. Scopriamone di più.

vitigno

Il “Taurasi” è prodotto in un’area di grande tradizione vitivinicola, che comprende alcuni comuni dell’Irpinia, in provincia di Avellino. La maggior parte dei vitigni si trova collocata nelle località di Taurasi, Bonito, Castelfranci, Castelvetere sul Calore, Fontanarosa, Lapio, Luogosano, Mirabella Eclano, Montefalcione, Montemarano, Montemileto, Paternopoli, Pietradefusi, Sant’Angelo all’Esca, San Mango sul Calore, Torre le Nocelle e Venticano.

E’ un vino DOCG dal colore rosso rubino intenso, tendente al granato, adatto a lungo invecchiamento, durante il quale sviluppa aromi e sapori di grande e complessa intensità. L’invecchiamento triennale, di cui almeno uno di questi in botti di legno, permette al Taurasi si conseguire la denominazione di origine controllata e garantita DOCG, mentre se tale periodo viene esteso a quattro anni, di cui almeno 18 mesi in botti di legno, potrà conseguire la denominazione di Riserva, a condizione che raggiunga un titolo alcoolemico volumetrico totale del 12,5%.

vino rosso rubino

Annoverato tra i più pregiati vini d’Italia, è ottenuto dal vitigno Aglianico ma è consentito l’uso di altri vitigni a bacca rossa non aromatici fino ad un massimo del 15 % ed é invecchiato tre anni in botti di rovere. A rendere speciale il Taurasi un eccellente prodotto vinicolo è la combinazione perfetta della terra, del clima e delle uve dei rigogliosi vigneti situati sulle splendide colline irpine, che si trovano tra i 400 ed i  700 metri. L’Aglianico è un vitigno autoctono diffuso in tutto il Meridione Italiano dove si esprime con grande tipicità. Con tutta probabilità originario della Grecia, è stato introdotto in Italia intorno al VII-VI secolo a.C..

Il nome della città trae origine dalla storica e antica Taurasia, dove i Romani trasferirono una popolazione di Liguri-Apuani di stirpe celtica che, trovando delle zone molto fertili, ripresero la coltivazione dei campi e della vite cosiddetta “greca”. Si deve invece agli spagnoli il nome del vitigno: un documento risalente al 1167 cita infatti la vite in Taurasi come vite “Aglianica”; e furono proprio gli spagnoli che, a causa della loro pronuncia, trasformarono il nome della vite Ellanico o Ellanico in Aglianico.

Le caratteristiche del vitigno sono ben definite: matura tardi, è intenso e brusco in principio, difficile da coltivare e difficilissimo da vinificare, con tannini che richiedono tempo per essere ammorbiditi ed acidità che gli assicura il tempo necessario affinchè venga levigato. Inimitabile nei sentori di viola, di amarene, sottobosco e piccoli frutti, la sua vinificazione lo può rendere banale o eccelso.

botti di vino

Caratteristiche del vino Taurasi e abbinamenti

Il Taurasi si presenta con la sua colorazione rubino intenso e brillante, che tende al granato, in cui si possono scorgere anche riflessi aranciati che emergono con l’invecchiamento. L’odore ha un carattere pronunciato, ampio, etereo, gradevole e più o meno intenso. Il sapore è asciutto, austero, tannico da giovane, ma che ottiene un carattere pieno, armonico, equilibrato quando giunge a maturazione e da maturo si può scorgere un retrogusto persistente. Va servito a tavola con una temperatura compresa tra i 16 e 18 gradi, ed è ottimo per l’abbinamento con piatti dallo spessore aromatico accentuato.

E’ perfetto quindi per accompagnare primi piatti al sugo di carne, carni rosse, arrosto, brasati, pollame, selvaggina da piuma in casseruola, formaggi a pasta dura. Per quanto riguarda invece la varietà Riserva, si tratta di un vino da “meditazione” che va servito ad una temperatura di 18 gradi, e che deve essere accompagnato principalmente a secondi piatti di carne molto saporiti: carni rosse cotte a lungo in intingolo o nel vino, selvaggina da pelo marinata e cotta in casseruola.

piatto di carne

Per degustare in tutta tranquillità una buona bottiglia di Taurasi basta anche solo cliccare su Amazon per avere un’ampia scelta di etichette. Eccone alcune

Taurasi Riserva Docg Radici Mastroberardino: è il risultato di una lunga ed accurata ricerca su esposizione e composizione dei terreni più vocati alla coltivazione

Taurasi Docg Feudi San Gregorio: si percepiscono i profumi fragranti di visciola e marasca, cannella e noce moscata, vaniglia ed anice. 

Taurasi Riserva Docg - La Loggia del Cavaliere: le sue uve vengono raccolte a mano i primi giorni di novembre, portate in cantina e attentamente selezionate.

Vino Taurasi riserva Vigna Quintodecimo: gartantisce l'eccellenza del vino in Irpinia. 

Turismo.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la consulenza di esperti. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Turismo.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione Campania
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati