Cerca nel sito
HOME  / gusto
Sagre italia Sapori nella nebbia Crema

Sapori nella nebbia: cibo e salute a Crema

Il tradizionale appuntamento di Novembre con i prodotti tipici padani all'insegna della prevenzione

Grana Padano Dop foto
www.langhe.net
Unire il gusto e il piacere della buona tavola all'attenzione per la salute è una delle sfide lanciate da Expo 2015 per ricordarci che ‘nutrire il pianeta’ è nutrire i suoi abitanti. Il cibo è scambio e incontro ma è anche un importante strumento di cura, influisce sulla qualità di vita, lo sviluppo psico-fisico, l'invecchiamento. 

Leggi anche: I TEMI DELL'EXPO SPIEGATI A PARIGI (Stile.it)
 
Torna puntuale per tutto Novembre Sapori nella Nebbia, la manifestazione enogastronomica organizzata dai ristoratori delle Tavole Cremasche - l’associazione che riunisce il gotha della ristorazione di Crema - con il patrocinio dell’Assessorato al Commercio e Turismo del Comune di Crema, la Proloco di Crema, la Strada del Gusto Cremonese. Crema, cittadina nel cuore della terra padana che conserva ancora la memoria della fitta nebbia, offre il suo patrocinio alla tradizonale rassegna gastronomica.

Si tratta di un rispolvero della tradizione di ricette antiche mescolate alla creatività della cucina innovativa che si amalgamano alla perfezione nelle cucine dei nove ristoranti aderenti. Il tutto all'insegna di cinquanta ricette innovative e tradizionali con i protagonisti di quest'angolo d'Italia: cotechino, zucca, funghi chiodini, merluzzo, lumache, anatra, faraona, mele renette, cachi, castagne, mascarpone e Grana Padano. La tradizione delle ricette antiche e la creatività della cucina innovativa sono due ingredienti che si amalgamano alla perfezione nelle cucine dei ristoranti della città, creando con cinquanta ricette innovative o tradizionali una vastità sorprendente di emozioni culinarie.

VIDEORICETTA: TORTA CIOCCOLATO E ZUCCA

Secondo Maurizio Grassi, direttore dell’Unità Operativa di Oncologia, la manifestazione Sapori nella Nebbia costituisce un impegno che unisce il mondo della ristorazione al mondo sanitario, nell'intento di tutelare e promuovere un'alimentazione sana, orientata alla prevenzione di molte malattie, anche quelle oncologiche. Partiamo dagli insegnamenti e dalla tradizione gastronomica dei territori, ricchi di saggezza e cultura come il Cremasco, per andare verso un futuro in cui il cibo sia scambio di saperi e sapori.

Leggi anche: I PICCOLI FUNGHI DEL SOTTOBOSCO
 
Il presidente dell’Associazione Rubino Gianni Risari ha espresso “un particolare ringraziamento all'Associazione Tavole Cremasche che nel tradizionale appuntamento di Novembre proporrà una scelta dei piatti tipici del territorio, con ricette rivisitate secondo le indicazioni della promozione della salute. Come tutti gli anni i Tavolieri proporranno piatti tipici del territorio (su prenotazione), con ricette rivisitate, secondo le indicazioni della promozione della salute elaborate in sinergia con il reparto di oncologia dell’ospedale di Crema e con l’ente Rubino. 
 
I ristoranti che aderiranno alla rassegna autunno invernale? Trattoria Volpi (Nosadello di Pandino), Bistek (Trescore Cremasco), Il Fante (Crema), Giosano (Izano), Quin (Crema), Hostaria San Carlo (Colombare di Moscazzano), Postiglione (Rubbiano), Ridottino (Crema) e Tre Rose (Castelleone).
 
tavolecremasche.it
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione Lombardia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati