Cerca nel sito
HOME  / gusto
Mortadella in Festival Cento Sagre Emilia Romagna

Cento s'inchina alla Mortadella

Nell'Antica Rocca emiliana una manifestazione celebra la regina dei salumi

suino, affettato, salume<br>
iStock
Mortadella
Mortadella per buongustai e non solo. Nella patria dell’affettato per eccellenza, la manifestazione Mortadella in Festival promuove attraverso un linguaggio originale il territorio Centese ponendo l’accento sull’eccellenza di questo salume, giacimento gastronomico nazionale, indiscusso protagonista della tradizione italiana, che ha contribuito a esportare l’immagine dell’Emilia Romagna in tutto il mondo.

Leggi anche: BOLOGNA BIO: RISTORANTI BIOLOGICI NELLA CITTA' (Stile.it)

Cuore della manifestazione l'itinerario enogastronomico "La Rosa dei Venti", in cui la mortadella sarà l'indiscussa protagonista. Ad animare e accogliere il pubblico per il secondo anno consecutivo, Alessandro Di Pietro, conduttore televisivo Rai. Una kermesse particolare dedicata alla mortadella che colorerà la città in provincia di Ferrara, letteralmente di rosa. Nella suggestiva cornice del Castello della Rocca prenderanno vita degustazioni, spettacoli, isole del gusto, musica e dimostrazioni.

L'Antica Rocca di Cento sorse alla fine del ‘300 per volontà del vescovo di Bologna, quale freno alle velleità autonomistiche dei centesi. Fu ricostruita e ristrutturata nei secoli per rispondere ai più moderni canoni dell’architettura militare e per resistere ai ripetuti assalti di truppe nemiche. L’aspetto attuale, privo però del fossato e dei ponti levatoi, è frutto dell’impronta che volle dargli nel 1483 il cardinale Giuliano della Rovere, futuro Papa Giulio II.

Leggi anche: BOLOGNA, MORTADELLA DA INTENDITORI

Successivamente la Rocca ha ricoperto soprattutto funzione di prigione per i detenuti politici e i banditi. Oggi gli interni, completamente restaurati, presentano stanze degne di interesse, come la cappella, la sala della trifora, le cannoniere o le prigioni, che ci narrano storie di amori tragici, banditi sanguinari, apparizioni miracolose o fughe rocambolesche. L’evento che segna la storia del castello centese riguarda un’immagine della Madonna, forse risalente al 1597, che, in seguito a un atto sacrilego, iniziò a perdere sangue dal naso. Questa venerata immagine è oggi custodita nel vicino Santuario della Beata Vergine della Rocca.

Mortadella in Festival vede la stretta collaborazione di tre prestigiosi soggetti: il Comune di Cento, l'Az. Negrini S.p.A. e l'Associazione ENOGA', uniti nella salvaguardia e nella promozione della “signora” dei salumi. La prima edizione della rassegna ha visto la partecipazione di 11.000 persone provenienti da svariate regioni italiane e per quest’anno si stima un’adesione ancora più ampia.

Leggi anche: FERRARA: LA BARCELLONA DI PICASSO E GAUDI'

Per gli amanti del salume “più rosa che ci sia”, l’itinerario enogastronomico La Rosa dei Venti propone 10 postazioni per 20 degustazioni: Mortadella In... Pani; Mortadella In... Pizza Napoletana; Mortadella In... Pasta; Mortadella In... Patate; Mortadella In... Aceto Balsamico Tradizionale di Modena; Mortadella In... Risotto; Mortadella In... Finger Food; Mortadella In... Flambè; Mortadella In... Diva & Protagonista e Mortadella In... Dolce. Ciascuna elaborazione sarà accompagnata da prestigiosi vini con ingresso itinerario comprensivo del kit degustazione a euro 10,00.
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100