Cerca nel sito
HOME  / gusto
Russia Pelmeni Piatto Ricetta

Russia, cosa differenzia i Pelmeni dagli altri "ravioli"?

Sembrano uguali ai "ravioli" cinesi, polacchi e ungheresi, ma non lo sono. La ricetta

Pelmeni, Russia 
iStock
Pelmeni, Russia
Il loro aspetto evocheranno negli appassionati di gastronomia tanti ricordi. E tanti rimandi geografici. In  effetti i pelmeni, tradizionalissimo e famosissimo piatto della Siberia, altro non sono che una sorta di ravioli. Che in Polonia si chiamano pierogi. E che sono correlati ai varenyki ungheresi e ai guotie cinesi. Nulla di nuovo, quindi. Ma ci sono delle particolarità che vanno evidenziate.
 
Partiamo dall'abc. La parola pelmeni letteralmente significa "pane per orecchi". Si tratta nella fattispecie di un prodotto con ripieno di carni miscelate. Il tutto avvolto in una sfoglia sottile, a base di farina e uova, talvolta anche con latte o acqua. Le carni sono diverse: maiale, agnello, manzo, ad esempio. Senza problemi né distinzioni. Ma la ricetta tradizionale richiede le seguenti proporzioni: il 45% di manzo, il 35% di agnello e il 20% di maiale. Vengono anche aggiunti, talvolta, pepe, cipolla e aglio.
 
Non è chiaro quando questi siano apparsi per la prima volta nella cucina russa. Una teoria suggerisce che i pelmeni siano nati adattando e semplificando il jiaozi cinese. Un'altra che questi fossero trasportati dai mongoli in Siberia e negli Urali. E che da qui si siano diffusi gradualmente fino all'Europa orientale. 
 
I pelmeni vengono solitamente preparati sul momento o scongelati poco prima della cottura. Che avviene in acqua bollente, sino a quando non galleggiano. Vengono poi serviti con burro e/o creme acide. Ad esempio, a base di senape, rafano e aceto. Alcuni, al termine, li friggono pure, sino a dorarli. 
 
Quali sono dunque le differenze con i parenti di questo raviolo russo? Innanzitutto la forma: al contrario di quelli citati, sono più o meno sferici, con un diametro di 2–3 cm. Inoltre la pasta è più sottile rispetto alla variante polacca e cinese. E non vengono mai accostati a condimenti dolci.
 
Come realizzarli? Questi gli ingredienti per la pasta: 750 g di farina, 3 uova, 8 cl di acqua calda, sale. Per il ripieno: 250 g di manzo, 250 g di maiale, cipolla, sale e pepe nero. Per la preparazione della pasta, mescolate farina e sale. Al centro uova e acqua, poi impastate. Lasciate riposare per un'ora. Nel frattempo mescolate tutti gli ingredienti del ripieno fino a ottenere un impasto omogeneo. Lasciate riposare. 
 
Stendere la pasta fino a ottenere una sfoglia sottile, non superiore ai 2 millimetri. Ritagliate dei dischi di pasta del diametro non superiore ai 7 cm. Posizionate al centro un cucchiaino di ripieno. Piegate il cerchio a mezza luna e attaccate i bordi. Poi unite i due rispettivi angoli. Proseguite con la cottura in acqua calda e salata. Per l'impiattamento, scegliete le salse che vi abbiamo suggerito sopra. O un semplice brodino. Che, si sa, ha sempre il suo fascino. Soprattutto con il freddo di questi giorni...
Saperne di più su GUSTO
Correlati per Paese Russia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100