Cerca nel sito
HOME  / gusto
Agriturismi Sicilia Re Carrubo di Ispica

Re Carrubo, sapore "liberty" di Sicilia

Immerso nella campagna ragusana, l'azienda agrituristica bio è il punto di partenza ideale per visitare Ispica 

Cava di Ispica
iStock
Cava di Ispica
L'Agriturismo Biologico Re Carrubo sorge a Ispica, in provincia di Ragusa, in un luogo immerso nella pace e nella tranquillità. La struttura conserva tutto lo stile e la tipicità della Sicilia, dando calore e accoglienza come a sentirsi a casa. Situata in campagna, a 14 km dalle spiagge di Pozzallo, l'azienda agricola produce olio d'oliva, marmellate e miele e organizza degustazioni in loco.
 
L’ azienda agricola biologica, l’Azienda Agricola Montepian certificata AIAB, ha ben 11 ettari di terreno, coltivati secondo i principi dell’agricoltura biologica con anche olivi, mandorli e ben 27 carrubi secolari da cui prende il nome la struttura. Molto particolare è l’asparagia, una delle poche in Sicilia
L’agriturismo è aperto tutto l’anno, dispone di 6 camere da letto ed è anche un agricampeggio attrezzato. È disponibile un punto vendita per i prodotti dell’azienda agricola come marmellata, olio extravergine di oliva.
 
Leggi anche: AGRITURISMO CHE PASSIONE (Stile.it)
 
Un punto di partenza ideale per visitare Ispica. A circa 30 chilometri da Ragusa, posta al limite più orientale della sua provincia, è graziosa cittadina di circa 15.000 abitanti che si specchia, dall'alto di una deliziosa collina, nel mare azzurro poco distante. Ispica può essere considerato uno dei luoghi più belli della Sicilia per le sue splendide opere tardo barocche e Liberty e per i 10 chilometri di spiaggia libera che, in estate, si popolano di turisti. Nei suoi dintorni, gli appassionati di archeologia ed escursioni all'aria aperta, possono visitare la spettacolare Area Archeologica di Cava d'Ispica con le sue pareti interamente butterate da cavità naturali dovute all'erosione carsica, poi adattate dall'uomo nel corso dei secoli e trasformate in necropoli (Sicule, Bizantine e catacombe Cristiane). Qui il panorama è eccezionale, con la cava solcata da un ruscello che scorre lento tra scenari naturalistici di affascinante suggestione.
 
 
La cittadina comprende un'area settecentesca con strade a scacchiera, un'area medioevale vicina ad una rupe che ospita i ruderi di una fortezza, che un tempo, costituiva il nucleo principale della città. In seguito al sisma del 1963 alcuni quartieri furono ricostruiti attorno alla chiese di Sant'Antonio, del Carmine e dei Minori Osservanti che pur fortemente danneggiate erano rimaste in piedi, mentre gli altri furono ricostruiti totalmente sulcolle Calandra, con vie larghe e diritte.  
 
recarrubo.eu
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati