Cerca nel sito
HOME  / gusto
puglia prodotti tipici ricette itinerari gastronomici

Puglia, a Torre Guaceto la passata di pomodoro è speciale

Nella splendida area protetta salentina torna in auge l'antico pomodoro da passata

ortaggi
iStock
Pomodori
Dove le limpide acque dell'Adriatico bagnano le splendide coste brindisine dell'Area Marina Protetta Torre Guaceto, cresce una varietà autoctona di pomodori recentemente salvata dal progressivo abbandono della coltura. Si tratta del Fiaschetto, dolce e succoso che, in passato, rappresentava il solo pomodoro utilizzato dalle famiglie locali per produrre la passata.

LA TRADIZIONE
Rischiava di scomparire il dolce e succoso Pomodoro Fiaschetto di Torre Guaceto. E ci è andato davvero molto vicino, almeno fino a quando l'Ente Parco che si occupa della magnifica area protetta salentina non ha intrapreso un progetto di recupero, tutela e valorizzazionedi questa varietà autoctona di pomodoro. A lungo, infatti, ilFiaschettoha costituito l'elemento distintivo della passata che nel Brindisino le famiglie producevano per l'inverno e che usavano per condire la pastasciutta. Nessun altro pomodoro veniva impiegatoper produrre la salsa e proprio per questo, per molto tempo, il Fiaschetto rappresentava una vera istituzione della tradizione gastronomica locale. 

LA DENOMINAZIONE
Per tutelare una varietà che a lungo ha costituito un vero e proprio pilastro dell'alimentazione delle famiglie locali, la Fondazione Slow Food ha scelto di salvaguardare il Pomodoro Fiaschetto con un Presidio che riunisce i produttori che hanno contribuito a recuperare il prodotto.

LE CARATTERISTICHE
Questo pomodoro è incredibilmente dolce, succoso e serbevole.E' caratterizzato da una bacca ovale con pizzo, da un bel colore rosso con colletto verde e dalla buccia sottile.

LA PRODUZIONE
A causa, però, degli elevati costi di produzionein rapporto alla effettiva resa rispetto ad altre varietà di pomodori da sugo, la coltivazione dell'ecotipo locale, nonostante il forte radicamento culturale, subì un progressivo abbandonoin favore di altre colture più redditizie. Oggi, grazie alla disponibilità dell'Ente Parco e dell'impegno dei nuovi produttori, che adottano esclusivamentetecniche di coltivazione biologica, il Fiaschetto continua a mantenere inalterate la qualità e le caratteristiche di eccellenza.

LA CULTURA
Il forte radicamento nella cultura locale di questa varietà di pomodoro, che a lungo ha rappresentato una fonte di sostentamento per le famiglie della zona, è testimoniato anche dalla connotazione religiosa che avevano assunto alcune delle fasi che, in passato, ne caratterizzavano la coltivazione. Secondo la tradizione, infatti, il trapianto del Fiaschetto doveva essere effettuato il giorno di San Giuseppe, mentre il raccolto doveva cominciare il 13 giugno,giorno di Sant'Antonio.

IN CUCINA
Il Pomodoro Fiaschetto di Torre Guaceto ben si presta al consumo fresco, grazie al suo gusto dolce e saporito, ma la tradizione vuole che venga impiegato per preparare prelibati sughi rossi che rendono ogni ricetta a base di pastasciutta una vera delizia per il palato.

La ricetta. La ricetta: Spaghetti al Pomodoro Fiaschetto di Torre Guaceto. Ingredienti: spaghetti, pomodori fiaschetto, aglio, peperoncino, olio extravergine di oliva, sale, Parmigiano o ricotta salata in scaglie. 
Lavate accuratamente i pomodori e tagliateli a spicchi di piccole dimensioni. Mettete una pentola di acqua sul fuoco, portate a bollore, salate e buttate la pasta. Nel frattempo, in un tegame, fate soffriggere dell'aglio in un poco di olio extravergine di oliva, aggiungete, quindi, i pomodori e fateli saltare a fuoco medio fino a che non avrete ottenuto una salsa ben amalgamata. Togliete gli spicchi di aglio, insaporite con del peperoncino e, una volta scolata la pasta, fatela saltare qualche minuto nel sugo di pomodoro. Servite in tavola con una spolverata di Parmigiano o ricotta salata in scaglie.

IL TERRITORIO
Rispetto ad altre riserve naturali italiane l'Area marina Protetta Torre Guaceto, lungo la costa brindisina, non si distingue certamente per le sue dimensioni. Ma, in una superficie non particolarmente estesa, questo magnifico litorale ed il mare che lo bagna sono in grado di custodire una grande varietà di ambienti naturaliche la rendono una meta estremamente affascinante. Zone umidedi grande rilevanza naturalistica, si alternano a territori coperti di rigogliosa macchia mediterranea, a morbide dune costiere, a falesie rocciosee a terreni agricoliche donano prodotti di elevata qualità. Il tutto impreziosito da unmare cristallino che cela fondali dalle mille attrattive, caratterizzati da formazioni rocciose tra le quali si annidano numerosi molluschi, da estese praterie di Posidonia Oceanica, da ambienti coralligenipopolati di alghe rosse, e da interessanti distese sabbioseche offrono riparo a molte interessanti creature marine. 

Leggi anche:
Sapori di Puglia in masseria
5 posti in Puglia da vedere con l'anima gemella
Puglia, la più bella del mondo
La Puglia e il Sud Italia: le più amate dal cinema

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100