Cerca nel sito
HOME  / gusto
Locali Storici: Ristorante Corona

Piemonte, tre secoli di storia al Ristorante Corona

Appartenuto sempre alla stessa famiglia dal Settecento, oggi è un punto di riferimento per la gastronomia piemontese

Ingresso
©Corona 1702.com
Ingresso al Ristorante Corona
LA STORIA
E’ dal 1702 che il Ristorante Corona offre i propri servizi alla clientela ed è sempre appartenuto alla famiglia Fontana. La storica padrona di casa, Matilde, ha lasciato le redini dell’attività alla figlia Marta: prima di lei era il padre Giovanni ad avere ereditato il locale dal noto Vigei, ovvero Luigi, e via via si può risalire agli avi della famiglia tra cui si incontra anche un altro Giovanni, cuoco di Lamramora decorato con una medaglia per la partecipazione alla guerra in Crimea. Il locale storico vanta tra i suoi frequentatori nomi del calibro di D’Annunzio, del generale Cadorna, dell’editore Ricordi e del ciclista Fausto Coppi. Tra i vari riconoscimenti il titolo di “Attività commerciale più antica del Piemonte nel 2011 e il premio per l’Impegno Imprenditoriale e per il Progresso Economico nel 2017.

Leggi anche: 5 idee per viaggi romantici in Piemonte

LA LOCATION
Il Ristorante Corona si trova in via Vittorio Emanuele II 14, a San Sebastiano Curone, in provincia di Alessandria, un borgo medievale che ancora oggi si caratterizza per le strette viuzze e per la presenza del Castello. Gli ambienti del ristorante sono tre, ognuno con uno proprio stile particolare. La clientela di lunga data ama frequentare la sala d’ingresso adiacente al bar; la saletta rossa risulta più intima, abbellita da una raccolta di disegni di Maddalena Sisto. La sala al piano superiore gode di un’atmosfera più elegante ed è impreziosita da una collezione di antiche stampe di cavalieri dell’Alta Scuola di Equitazione di Vienna. Durante la bella stagione è possibile cenare all’aperto, sul dehor all'ingresso del locale. Il nonno dell’attuale proprietaria, Giovanni, negli Anni Sessanta ha avuto il merito di portare il gelato in Val Curone. Nella gelateria si possono assaporare le coppe impreziosite da particolari sughetti come la coppa "castagne", le "uova al tegamino", i leggendari “spaghetti”, per continuare con le creazioni di Matilde e i sorbetti alla frutta fresca. Il bar, invece, attende gli ospiti per colazione offrendo biscotti e torte fatte in casa e per l’aperitivo la celebre focaccia.

IL MENU
La stagionalità dei prodotti e la tradizione delle ricette sono i due punti cardine su cui si basa il menu. Accanto ad alcuni piatti che sono presenti sempre, come il salame nobile del Giarolo, l'involtino di prosciutto e maionese in gelatina, ?i famosi gnocchi alla bava di latte, il bunet di cioccolato alla piemontese, si affiancano a seconda della stagione il vitello tonnato, la frittatta alla ricotta, le torte di verdure con le erbe dell’orto, ?i fiori di zucchina in pastella, le insalate di funghi freschi, la terrina di toma al tartufo nero, il patè di tre fegati. I primi sono rigorosamente preparati a mano ogni mattina: taglierini all’uovo con il tartufo bianco della val Curone, straccetti alla salvia, fettuccine di borragine dell’orto ma anche ravioli di carne al sugo, tortelloni di zucca aromatizzata all’aceto balsamico, ravioloni di bietole dell'orto profumati alla salvia o quelli con fonduta spolverati di tartufo. Altri piatti forti sono il minestrone, i ceci con le costine di maiale, i tagliolini ai funghi porcini. I secondi contano ricette dalla storia secolare: il manzo all'inferno, l'arrosto al rosmarino, le cotolette in carpione, la trippa con le fagiolane, il polpettone di vitello in umido, le savoiarde e i bolliti misti. Da non perdere la selezione di formaggi, essendo il ristorante segnalato come “locale del buon formaggio” da Slow Food. Oltre alle coppe gelato, sono particolarmente gustosi tra i dolci panna cotta, creme caramel con granella di nocciola, montebianco di castagne, sorbetti di frutta della valle.
CORPO
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati