Cerca nel sito
HOME  / gusto
piemonte vini prodotti tipici itinerari gastronomici

Piemonte, alla scoperta delle terre del Gavi DOCG

Prodotto in una zona della provincia di Alessandria ricca di attrattive, il Gavi è definito il Grande Bianco Piemontese

Vigneti del Gavi
©Consorzio del Gavi
TENUTA SAN PIETRO
In una zona di confine del Piemonte, racchiusa tra Liguria e Lombardia, nasce un vitigno elegante ed antico che dona un nettare bianco prelibato. Si tratta del Cortese dal quale si ricava il Gavi DOCG che racchiude tutte le caratteristica di questo splendido territorio della provincia di Alessandria dalle mille sorprese.

LA TRADIZIONE
Nella regione dei vini rossi per eccellenza c'è un'area dai paesaggi meravigliosi e dalla storia antica dove il nettare di bacco è bianco e prelibato e sprigiona ad ogni assaggio tutta l'essenza di un territorio che ha tratto dalle caratteristiche pedoclimatiche e da una ricca cultura, vitivinicola e non, l'ispirazione per la produzione di etichette deliziose che, non a caso, risultano sempre più apprezzate nel folto panorama dei vini piemontesi. Si tratta del Gavi, affascinante territorio piemontese che comprende 11 comuni della provincia di Alessandria racchiusi tra Liguria e Lombardia, in una terra di confine che dal lembo inferiore della Pianura del Po, si arrampica sui colli e sull'Appennino Ligure e che ha nell'omonimo comune il proprio fulcro. Qui, a soli trenta chilometri dal mare, i rapporti con la Repubblica di Genova e la Liguria, terra di importanti vini bianchi e di piatti a base di pesce, carni magre e verdure, un tempo erano intensi ed è proprio questo legame, in aggiunta alle caratteristiche del clima e del suolo che hanno, sin da epoca remota, favorito lo sviluppo del prelibato vitigno Cortese, ad aver donato a questo territorio una particolare vocazione alla produzione di un nettare che, oggi, viene definito, non a caso, il Grande Bianco Piemontese.

LA DENOMINAZIONE
Insignito della prestigiosa Denominazione di Origine Controllata nel 1973, il “Gavi” o “Cortese del Gavi” è tutelato dal 1993 da un Consorzio nato per garantire la salvaguardia e la valorizzazione della Denominazione del Gavi DOCG. Si tratta di un Ente Erga Omnes la cui attività sostiene l'intera filiera filiera di produttori, vinificatori ed imbottigliatori e che si adopera affinchè il Grande Bianco Piemontese venga conosciuto ed apprezzato su scala nazionale ed internazionale e possa esprimersi al meglio anche al di fuori dei confini piemontesi, veicolando ad ogni assaggio tutta la storia e l'eccellenza del territorio in cui nasce.

LE CARATTERISTICHE
A rendere il vino Cortese di Gavi un'esperienza gustativa unica è proprio la sua terra di origine che porta nel bicchiere tanto le fresche brezze che spriano dal Mar Ligure quanto la purezza glaciale delle nevi piemontesi. La particolare posizione del territorio del Gavi, infatti, caratterizzata da inverni freddi ed estati calde e ventilate, e da terreni marnosi, calcarei e argillosi, permette di ottenere un nettare delicato, elegante ed equilibrato da sorseggiare in 5 tipologie: Fermo, Frizzante, Spumante, Riserva e Riserva Spumante Metodo Classico.

LA PRODUZIONE
Nel corso degli ultimi anni si è assistito ad un notevole incremento della Denominazione DOCG Gavi che, oggi, vanta una superficie totale di circa 1500 ettari, conta circa 440 aziende tra produttori, vinificatori e imbottigliatori, 193 soci impiega 5000 persone nell’intera filiera per un totale di circa 60 mln di fatturato a distributori (on trade).

LA CULTURA
Si dice che Gavi e il vitigno Cortese vantino addirittura origini leggendarie. Si narra, infatti, che una principessa di nome Gavia, in fuga dal padre Clodomiro, re di Francia, che ostacolava il suo amore per un giovane cavaliere, trovò rifugio tra le colline piemontesi grazie all'intercessione del papa. Al borgo che la accolse la principessa diede il suo nome, mentre la sua bellezza ed il suo animo “cortese” ispirarono il nome del vitigno da cui si ricava il Gavi.

IN CUCINA
Il Grande Bianco Piemontese, che ben si sposa anche ai piatti della cucina ligure che ne hanno in parte decretato l'impulso all'epoca in cui molti signori genovesi avevano nei feudi di queste terre le proprie dimore di campagna, è il nettare che nasce nella zona che ha dato i natali anche al raviolo, la famosa pasta fresca ripiena che nella versione tradizionale gaviese è preparata con carni bovine e suine, uova, formaggio, borragine e scarola ed è caratterizzata da una sfoglia sottile e gustosa. Viene preparato principalmente in 3 modi: al “tocco”, il locale sugo di carne, in scodella al vino e “a culo nudo”, cioè solo schiumato, senza condimenti. Deliziosi e famosi anche i tradizionali amaretti di Gavi, a base di mandorle, zucchero ed albume d'uovo, ed il fine cioccolato artigianale che trova nel comune di Novi la sua massima espressione.

IL TERRITORIO
Questa zona della provincia di Alessandria è un autentico concentrato di tesori che la rendono una meta ideale per gli amanti del turismo slow, fatto di pesca nei torrenti Scrivia, Lemme e Orbo, di passeggiate a cavallo, di trekking nella natura e di lunghe pedalate in mountain bike in Val Borbera e Val Lemme. Il Parco delle Capanne di Marcarolo e i Laghi del Gorzente e della Lavagnina regalano scenari meravigliosi per lunghe giornate all'aria aperta, mentre il sito archeologico di Libarna a Serravalle Scrivia consente di fare un tuffo in un passato lontanissimo. Il Geo sito internazionale di Carrosio è, invece, un concentrato di tesori geologici. E per gli amanti del turismo culturale, l'appuntamento è nei meravigliosi borghi dal fascino medievale, punteggiati di chiese romaniche e di splendidi palazzi. Magnifiche le ville rinascimentali, così come i castelli che dominano la cima di quasi ogni collina.

Leggi anche:
Golosaria torna in Monferrato
Alessandria, Coppa Italia 80 dopo: il grande giorno

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100