Cerca nel sito
HOME  / gusto
parma eventi cucina gastronomia itinerari

Parma, la Notte dei Maestri del Lievito Madre

Sotto i Portici del Grano il 22 luglio si incontrano i maggiori esperti di lievitazione naturale

impasto pane
iStock
Impasto pane
A volte i prodotti più genuini sono i più buoni e i più carichi di tradizione. Specialità come quelle preparate con il lievito madre, ad esempio, racchiudono molto più di sapori e profumi deliziosi. Sono un concentrato di saperi antichi tramandati di generazione in generazione e di tecniche messe a punto e perfezionate nel corso del tempo. Ed è proprio per celebrare tutto questo che il 22 luglio a Parma si terrà per la quinta volta laNotte dei Maestri del Lievito Madre. Sotto ai Portici del Grano, in Piazza Garibaldi, alcuni dei più grandi maestri pasticceri italiani specialisti del lievitato si incontreranno per dar vita ad un evento che consentirà a golosi, esperti e curiosi di entrare in contatto con una tradizione antica dalla quale nascono prodotti di eccellenza che ci vengono invidiati in tutto il mondo, come il Panettone.

Il lievito madre, infatti, è molto più di un ingrediente. E' come una creatura vivente che deve essere accudita e curata per rimanere in salute. Ed è proprio così che viene trattato dagli specialisti della lievitazione naturale che si tramandano, di maestro in allievo, tutti i segreti per renderlo unico. Non esistono, infatti, due lieviti madre uguali, ognuno è il frutto delle mani con cui è stato preparato e che se ne prendono cura, delle condizioni atmosferiche, delle tecniche con cui viene realizzato e conservato. Proprio per apprezzare ogni più piccola sfumatura che ogni lievito conferisce ai prodotti in cui viene impiegato e per scoprirne i segreti e le curiosità, la Notte dei Maestri del Lievito Madre, ideata dal pasticcere Claudio Gatti della Pasticceria Tabiano a Tabiano Terme, mette a confronto i maggiori esperti di questa tecnica di lievitazione, proponendo interessanti incontri con gli addetti ai lavori oltre che deliziose degustazioni, precedute da piccoli talk show a tema, di ben 60 tipologie diverse di lievitati, tutti rigorosamente artigianali e preparati con lievito madre dai maestri che parteciperanno alla manifestazione. 

Ospite d'onore della kermesse, il maestro Rolando Morandin che riceverà un premio alla carriera di lievitista d'eccezione per la sua grande esperienza e per la messa a punto di una tecnica di mantenimento del lievito madre in acqua (chiamata proprio “metodo Morandin”) oggi adottata da molti dei suoi colleghi. A conclusione dell'evento, infine, verranno svelati i finalisti della prima edizione delPanettone World Championship, un contest tutto gusto e tradizione per eleggere il miglior panettone artigianale tradizionale a livello mondiale. La proclamazione dei vincitori e la consegna dei premi sarà ospitata durante la 41esima edizione di Host a Milano, il Salone Internazionale dell’Ospitalità Professionale, alla Fiera di Milano. 

Non è un caso che sia proprio Parma ad ospitare una manifestazione come la Notte dei Maestri del Lievito Madre. Oltre ad essere Città Creativa UNESCO per la Gastronomia, infatti, il bel capoluogo emiliano, cuore della Food Valley, vanta anche una lunga tradizione dolciaria dalle suggestioni parigine di cui Maria Luigia d'Asburgo Lorena, Duchessa di Parma nonché imperatrice dei francesi e moglie di Napoleone, è protagonista in quanto ispirazione di alcune ricette della pasticceria locale. L'antichissima ricetta del Dolce Maria Luigia, un succulento trionfo di cioccolato ed amarene, è stata, ad esempio, rinvenuta all’interno della biblioteca del Castello Meli Lupi di Soragna, mentre la deliziosaTorta Duchessa, a base di cioccolato e zabaione, viene proposta sia come dessert di fine pasto che in versione mignon. Per scoprire queste specialità e saperne di più su questo personaggio che ha segnato la tradizione dolciaria parmigiana vale la pena concedersi il Dolce Sweet Tour, organizzato ogni sabato da Assapora Appennino, che ripercorre la storia di questa figura carismatica, donna illuminata, raffinata mecenate, protagonista dei salotti e della politica parmigiana, partendo dal museo Glauco Lombardiper poi proseguire con una sosta per assaggiare una prelibatezza che lei stessa aveva importato da Parigi, i tortelli verdi dolci.

Leggi anche: 
Sulle colline di Parma il castello degli innamorati
Emilia Romagna outdoor: 5 luoghi dagli scenari unici

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE








Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100