Cerca nel sito
HOME  / gusto
Sagre Lazio Sagra della polenta di Sermoneta

Lazio, polenta in piazza a Sermoneta

Il borgo pontino apre le porte alla sagra dedicata al piatto povero preparato dai mastri polentai

borgo Lazio
iStock
Sermoneta
Sermoneta, uno dei più siggestivi borghi della provincia pontina si prepara a festeggiare l’anno appena iniziato con la Sagra della Polenta. Sermoneta sorge su una collina che racchiude l’antica cittadina medievale. Il cuore del borgo è ricco di monumenti e stradine strette e tortuose tipiche che portano al Belvedere di via della Valle. Da qui è possibile ammirare tutta la pianura pontina. Tra le bellezze architettoniche da visitare, la Loggia dei Mercanti costruita nel 1446 per ordine di Onorato Caetani e il Castello Caetani costruito nel XII secolo dagli Annibaldi.
 
 
Uno degli appuntamenti gastronomici più attesi dell’inverno laziale, la Sagra della Polenta affonda le sue radici nella storia, e precisamente nel 1503, quando Guglielmo Caetani introdusse nel suo feudo ai piedi dei Monti Lepini questo piatto ancor prima che si diffondesse nel Nord Italia. Nato come piatto offerto ai prigionieri del castello, divenne  di conseguenza cibo diffuso tra i poveri, i contadini e i pastori. A loro veniva servito nella pubblica piazza il giorno di San Antonio Abate, protettore degli animali, ogni 17 gennaio, quando con le proprie mandrie e le greggi i pastori entravano in città per la tradizionale benedizione.
 
Da allora si è tramandata l’usanza di preparare nelle piazze principali polenta per tutti. Dalle prime luci dell’alba i mastri polentai preparano ragù di carne e salsiccia all’interno dei tipici paioli di rame. Ancora oggi gli anziani polentari sono i depositari dell’antica ricetta. Quest’anno la sagra avrà luogo il 22 gennaio, e per l’occasione rimarranno esposti i presepi nelle chiese di Santa Maria Assunta, alla torretta di Corso Garibaldi, San Giuseppe e al Belvedere, sotto la Loggia dei Mercanti, alla Torre Nuova e in tanti altri angoli del borgo, tutti da scoprire.
 
Leggi anche: MAMMOLA, O IL CARCIOFO ROMANESCO (Stile.it)
 
Come da tradizione la mattinata sarà caratterizzata dalla Santa Messa presso la Cattedrale di Santa Maria Assunta, la solenne processione che porterà l’effigie di Sant’Antonio Abate per le vie del borgo medievale e infine il concerto della Banda Musicale Fabrizio Caroso. Alle ore 13.00 si passerà alla benedizione della polenta e dei pani e si continuerà a festeggiare per tutto il pomeriggio con l’esibizione degli Sbandieratori Ducato Caetani di Sermoneta. Non mancheranno mostre, esibizioni di artisti di strada, degustazioni di prodotti tipici, concerti e il mercatino dell’artigianato. Nei fine settimana successivi la Sagra diventerà itinerante, spostandosi di domenica in domenica nelle varie borgate: Pontenuovo, Tufette, Sermoneta Scalo e Monticchio come è ormai tradizione.
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100