Warning: DOMDocument::load(): Premature end of data in tag articoli line 1 in /home/ts_siti/turismo.it/httpdocs/fileadmin/script/piu_visti/most.xml, line: 2 in /home/ts_siti/turismo.it/httpdocs/fileadmin/script/piu_visti/piuvisti.php on line 18 I Profumi di Lamole, Chianti Classico al naturale
Cerca nel sito
HOME  / gusto
Eventi cucina Toscana, I Profumi di Lamole 2016

I Profumi di Lamole, Chianti Classico al naturale

Il borgo arroccato sulle colline grevigiane si prepara alla due giorni dedicata ai vini del territorio

evento enogastronomico Lamole, Toscana
facebook.com
I Profumi di Lamole
I romani scoprirono le potenzialità produttive di questo territorio, portando in altura la coltivazione della vite ed individuandone la perfetta esposizione al sole. Nel Medioevo la produzione assunse un’importanza ancora maggiore e già nell’ Ottocento Lamole veniva indicata nelle pubblicazioni come una delle “culle” del Chianti di qualità.
 
Torna I Profumi di Lamole l’appuntamento primaverile che raduna i produttori del territorio il 4 e 5 giugno prossimi per una rassegna dedicata al vino del Gallo Nero. Protagonista assoluto il vino di Lamole, prodotto di un borgo dove tipicità e paesaggi si fondono per offrire qualcosa di unico. Da gustare anche l'olio prodotto in questa terra, fruttato, aromatico e naturalmente biologico.

Leggi anche: ENOLOGIA E DESIGN, UN'ACCOPPIATA DI CLASSE (Stile.it)
 
La XV edizione dell’evento enogastronomico è organizzata dal Comune di Greve in Chianti in collaborazione con l’omonima associazione culturale. Il momento principale dell'evento sarà come di consueto, la cerimonia del IX VINO dove i produttori uniscono le proprie bottiglie a formare un unico , simbolico prodotto.
 
Percorrendo in salita un bosco di faggi, roveri e conifere, per salire dal fondovalle del Greve, si raggiunge il centro del borgo di Lamole da cui ammirare un panorama mozzafiato e, soprattutto, comprendere la più probabile origine del suo nome che deriva da quelle “lame” di terra che ne contraddistinguono il profilo, i calanchi disegnati dall'azione degli agenti atmosferici nel corso di millenni.

Leggi anche: FEGATO, CHIANTI E TALENTO: ANTHONY HOPKINS (Film.it)
 
Il suolo di queste “lame” è contraddistinto in larga parte dal caratteristico “macigno chiantigiano”, composto di albarese e galestro, ricco di manganese e ferro, ma molto permeabile, costringendo così la vite a cercare in profondità l’acqua per il proprio nutrimento acquisendo contemporaneamente un ricco patrimonio minerale. I vigneti di “Lamole di Lamole” si sviluppano ad altitudini diverse, comprese fra i 350 ed i 550 metri sul livello del mare, e sono rivolti a mezzogiorno, rappresentando alcuni dei punti più panoramici e suggestivi del borgo di Lamole. A fianco dell'attuale cantina di vinificazione sorge il vigneto più antico che venne impiantato il 20 marzo 1945. Un impianto che raccoglie un numero molto vasto di cloni, un vero e proprio “patrimonio ampelografico” di molte varietà di sangiovese oggi dimenticate ma che, nel passato, affiancavano quella denominata R-10 che è una delle più diffuse ed apprezzate attualmente nell'intero Chianti.
 
A “Lamole di Lamole” vengono coltivati gli autoctoni del Chianti – sangiovese, canaiolo, malvasia nera e trebbiano toscano (quest'ultimo riservato per la produzione di Vino Santo) – e alcuni internazionali come cabernet sauvignon, merlot, petit verdot e alicante.
 
Sabato 4 giugno alle ore 11.00 apriranno gli stand di degustazione. Sempre alle 11.00 degustazione guidata dal Lamolese docg 2016 Pietro Palma, presso il Salotto di Lamole. Domenica 5 giugno alle 11.00 apriranno gli stand di degustazione. Alle 15.30 degustazione guidata da Davide Bonucci presso il Salotto di Lamole "Lamole e gli altri territori del Chianti Classico: particolarità a confronto". Durante i due giorni, piccola gastronomia tipica a cura di Il Ristoro di Lamole.
 
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
I più visti
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati