Cerca nel sito
HOME  / gusto
emilia romagna prodotti tipici ricette itinerari gastronomici

Emilia Romagna, A Tavola in Castello

Un evento speciale tra gusto e tradizione porta alla scoperta della cucina locale e degli splendidi Castelli del Ducato

Castello Di Gropparello - Veduta Dalla Pergola Di Dionisio
Courtesy of©Castello Di Gropparello
Castello Di Gropparello - Veduta Dalla Pergola Di Dionisio
La cucina, si sa, in Emilia Romgana è un vero e proprio patrimonio storico e culturale che, non a caso, nel corso dell'anno viene celebrato con numerosi eventi che invitano, tanto i cittadini quanto i visitatori, a scoprire e riscoprire i prodotti tipici e le bontà della tradizione preparate come si faceva un tempo o rivisitate nel rispetto dei sapori e dei profumi di sempre. Poterli gustare in una cornice d'eccezione come un borgo, una rocca o un castello, poi, si rivela una vera e propria esperienza nell'esperienza. Quest'anno è possibile viverla in diciotto luoghi diversi in cui verranno serviti menu speciali a coronamento di interessanti visite guidate. A Tavola in Castello permetterà di visitare splendide località della Food Valley tra Parma e Piacenza con itinerari anche verso Reggio Emilia e Pontremoli in Lunigiana gustando piatti deliziosi in locande e antiche cantine, in bistrot e taverne medievali o nelle sale dei castelli. Da pisarei a tortelli con la coda piacentini, dai piatti della cucina dei Farnese ai Panigacci, dall'Erbazzone reggiano alla cucina parmigiana, la cucina locale delizierà i palati all'ombra delle mura dei Castelli del Ducato.

Tra una passeggiata sui camminamenti di ronda, tra salite in cima alle torri e camminate alla scoperta di antiche rocche, ci si potrà concedere deliziosi pranzi e cene a base di prodotti del territorio. Al Castello di San Pietro in Cerro, presso la Locanda del Re Guerriero, antic o abituro dei cocchieri, si assaggeranno salumi d’eccellenza del territorio, formaggi km 0 con composte e chutney di frutta e verdura bio, giardiniera di verdure, pane e focaccia fatti in casa. Al Castello di Rivalta, presso il Bistrot di Rivalta, si gusta cucina tipica piacentina, dai pisarei e fasò ai tortelli con la coda salumi del territorio innaffiati dai vini “Borgo di Rivalta” prodotti dal Conte Zanardi Landi. Costi a partire da 25 Euro a persona: salumi piacentini DOP, ravioli ripieni di pere e gorgonzola. La Taverna Medievale del Castello di Gropparelloin Val Vezzeno PC), offre pranzi tipici, cene romantiche a lume di candela e anche ghiotte merende alternando salumi tipici con gnocco fritto a piatti gourmet, ma si trovano anche piatti della cucina dei Farnese. Alla Rocca Sanvitale di Fontanellato(PR) tutto l’anno c'è la possibilità concedersi piacevolidegustazioni con aperitivo abbinate all’ultima visita pomeridiana-seraleal maniero per gruppi che abbiano effettuato il tour completo al castello: ospiti nelle sale ai piani superiori del maniero, con assaggi di prodotti tipici, i commensali vivranno l’esperienza di un momento di relax culturale nel castello.

Il Labirinto della Masone di Franco Maria Ricci, lo straordinario parco culturale con il più grande labirinto al mondo di bambù con pianta a stella, offre ai visitatori una Hosteria con annessa Bottega gastronomica e un ristorante. Al Castello di Felino (PR), massiccio edificio cinto da fossato, con quattro torrioni angolari ed un bel cortile interno, è attivo il servizio di bar e ristorante Locanda della Moiana dove mangiare cucina tipica parmigiana. La Reggia di Colorno (PR), un'elegante e monumentale struttura architettonica, con oltre 400 sale, corti e cortili, offre ai turisti dopo la visita guidata l’opportunità di una sosta golosa nella Caffetteria di ALMA. All’interno delle mura del possente Castello di Compiano (PR) in Appennino si trova - Appena varcato il portone del maniero il ristorante Al Panigaccio, nell'antica casa del maggiordomo. È il Castello di liquori, acquaviti, aceto balsamico con il Museo della Distilleria nelle antiche cantine e le stanze di stagionatura dei Culatelli: nel percorso di visita del Castello di Roccabianca(PR) si può ammirare la Distilleria antica e prenotare deliziose degustazioni.

Sotto alla Rocca di Sala Baganza (PR), all'interno nelle antiche cantine, è possibile pranzare nel punto ristoro Il Grappolo dove si possono degustare le eccellenze del territorio, salumi, formaggio e vini. Straordinaria l’opportunità di pranzare o cenare sulla suggestiva terrazza del Castello di Tabiano sulle colline di Salsomaggiore Terme (PR) con davanti un panorama unico che spazia dall’Appennino fino alla catena alpina. Nel borgo medioevale di Scipione Castello, sulle colline di Salsomaggiore Terme (PR), di fianco al Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino (PR), si trova un caratteristico ristorante dove degustare una cucina del territorio tradizionale e creativa. Al Castello di Contignaco, nel territorio di Salsomaggiore Terme (PR), è possibile abbinare la visita guidata a un’esperienza di degustazione in Castello con assaggi dei vini dell’Azienda vitivinicola di famiglia, accompagnati da una selezione di prodotti tipici. A Fontevivo (PR), adiacente all’Abbazia Cistercense si trova il ristorante I 12 Monaci gestito dallo chef Andrea Nizzi con la moglie Letizia. L'ambiente elegante ed evocativo e la cucina curata e creativa fanno del ristorante un luogo ideale per una cena o un pranzo da ricordare. Nel Borgo di Vigoleno (PC), esempio perfetto della logica abitativa del medioevo, all’interno delle imponenti mura merlate, e di fronte al contesto difensivo si può pranzare in caratteristici ristorantini che firmano menù a base di cucina tipica piacentina.

Leggi anche:
Profumi e sapori tra le colline di Faenza
In Emilia-Romagna la vacanza viaggia in treno
Emilia Romagna. Le magnifiche tre

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE





Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione Emilia Romagna
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100