Cerca nel sito
HOME  / gusto
Sagre Natale Campania

Campania, dolce Natale a Calitri

Il borgo dell'Irpinia si prepara a festeggiare la scarpegghia, delizia tipica della cucina contadina

frittelle tipiche sarde
calitri.net
Preparazione delle scarpegghie
Calitri sorge a 530 metri sul livello del mare su una verde collina affacciata sulla Valle del Torrente Cortino. Presenta un’originale disposizione di edifici colorati, collocati secondo una sorta di terrazzamento. Il borgo è per questo conosciuto come la "Positano dell’Irpinia".
 
Le grotte e i vicoli  di questo antico borgo irpino, sono l'ambientazione ideale per i figuranti che, in costume traizionale, mettono in scena un suggestivo presepe. I personaggi rappresentano momenti di un recente passato. Tra i simboli gastronomici di questa cittadina, la scarpegghia, dolce povero della tradizione popolare. Pasta cresciuta, fritta e intinta in miele, vino cotto. Da sempre a Calitri, la notte di Natale si friggono le scarpegghie. E da sempre ogni famiglia pensa di custodirne la ricetta segreta. Tradizione vuole, che durante la preparazione, queste delizie non possano essere assaggiate: le massaie si preoccupano che possa finire l’olio prima del tempo.  
 
 
Ogni anno Calitri festeggia questo dolce natalizio durante la Sagra della Scarpegghia. Fin dalle prime ore del mattino il profumo delizioso di questa specialità invade i vicoli e invita i visitatori all'assaggio. Altre specialità da degustare assolutamente durante la sagra sono “sauzicch, cas e cavaggh, cannazze e vrasciole”.
 
Le scarpegghie più tipiche sono quelle cosparse di miele, ma ottengono un discreto successo anche quelle bagnate nel vino cotto. La versione salata invece, viene gustata insieme ai salumi e formaggi tipici dell’Irpinia. Passeggiando tra i vari stand enogastronomici disseminati per le vie del borgo, è possibile assaporare i migliori piatti tradizionali, degustare i prodotti tipici e curiosare tra le innumerevoli esposizioni dell’artigianato locale.
 
Leggi anche: BEGHRIR, LE FRITTELLE AL MIELE (Stile.it)
 
La sagra è anche un’occasione per godere delle bellezze storiche e artistiche del luogo, tra monumenti e e chiese, o nella mostra di presepi artistici nella cripta della Chiesa dell’Immacolata Concezione. E ancora serate danzanti, gruppi folk con musiche e balli popolari, in costume calitrano. La sagra avrà luogo il 18 dicembre nello splendido scenario di via Faenzari, sotto i caratteristici “Archi degli zingari”, a poca distanza dal museo della ceramica e dal borgo castello.
 
Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati