Cerca nel sito
HOME  / gusto
Prodotti Igp Calabria ricette con Cipolla di Tropea

Calabria, quel bulbo di Tropea con più di 2000 anni

Amata in Italia e all'estero, la Cipolla rossa di Tropea Igp è il simbolo della terra calabra. La sua dolcezza si presta a dar vita anche a ottime marmellate

Cipolle rosse di Tropea
©Shutterstock
Cipolle rosse di Tropea
Quella di Tropea è in Italia, l'unica cipolla ad aver ottenuto una certificazione di qualità. Diffusa su tutto il territorio italiano, è decisamente apprezzata anche all'estero. 
 
LA TRADIZIONE La cipolla rossa di Tropea è coltivata in Calabria da più di duemila anni - probabilmente importata dai Fenici in questa terra - e fu citata in un'opera di Plinio il Vecchio che la considerava un rimedio medicamentoso per alcuni mali, come raffreddore, tosse o mal di gola. Inoltre, la cipolla rossa di Tropea è anche un potente antisclerotico, utile per prevenire malattie legate alla circolazione sanguigna, al cuore e alle arterie. Viene anche considerata un sedativo naturale, utile a favorire il sonno. La più grande diffusione di questa cipolla ci fu durante il regno dei Borboni nel Sud Italia che la commercializzarono con il Nord Europa, facendola conoscere ad un pubblico molto più ampio.
 
LA DENOMINAZIONE La Cipolla Rossa di Tropea Calabria è stata iscritta all'elenco Europeo delle "Denominazioni di Origine e Indicazioni Geografiche Protette" il 28 marzo 2008 con Reg. CE n. 284/2008 della Commissione. Il 27 maggio 2009 è nato il Consorzio di Tutela della Cipolla Rossa di Tropea, che si propone di combattere la contraffazione, diffondere la cipolla rossa nella grande distribuzione e promuovere e tutelare la sua certificazione.
 
 
LE CARATTERISTICHE Si presenta raccolta in trecce o sfusa, con un bulbo di forma allungata e una sottile buccia di colore rosso violaceo, anche al suo interno la cipolla rossa è di colore violaceo-rosato. Si caratterizza per il sapore dolce e per non avere quel gusto amarognolo delle altre cipolle; questo la rende adatta anche a essere consumata cruda nelle insalate. Inoltre è più croccante e soda delle altre cipolle e limita gli effetti sgradevoli dovuti al consumo di questo tipo di ortaggio, essendo più facilmente digeribile e più delicata al palato.
 
LA PRODUZIONE Secondo il disciplinare la cipolla rossa di Tropea è quella coltivata lungo la fascia tirrenica, nella zona tra le province di Vibo Valentia e Cosenza, nei comuni di Nicotera, Campora San Giovanni, Amantea, Briatico, Capo Vaticano e Ricadi. Viene raccolta o in inverno o in estate, a seconda della varietà: la cipolla precoce nel periodo che va da settembre a gennaio, quella tardiva da aprile ad agosto.
 
LA CULTURA Pur non rappresentando una produzione trainante per l'agricoltura calabrese, costituisce un importante risorsa non solo economica ma anche sociale e culturale per lo stretto legame che essa ha con il territorio. Per tale motivo non si pongono problemi circa la sua collocazione sul mercato, poiché le sue singolari caratteristiche organolettiche la rendono appetibile e ricercata in tutto il mondo, sia sui mercati nazionali che su quelli esteri. In Calabria ogni anno a luglio si celebra la sagra del Pesce Azzurro e della CipollaRossa a Tropea con una grande festa e stand di prodotti tipici locali.
 
IN CUCINA Contiene fruttosio, glucosio e saccarosio e anche vitamina E, vitamina C e alcuni sali minerali quali ferro, zinco e magnesio. Viene mangiata sia cotta che cruda, ed è spesso utilizzata in Calabria in alcune ricette tipiche come la crostata di cipolle, la caponata, la zuppa e la frittata di cipolle rosse o il macco (tipica zuppa di cipolle e fave).
 
 
LA RICETTA Marmellata di Cipolla rossa di Tropea Igp. Ingredienti per 4 persone: 1 kg di cipolle rosse di Tropea Igp; 1 litro d'acqua; 500 gr di zucchero; 1 dose di pectine di mele. Mondare e affettare finemente le cipolle, preparare una pentola con il litro di acqua e portare in ebollizione immergere le cipolle, dopo circa 15 minuti di cottura aggiungere 500 gr di zucchero far cuocere per altri 15 minuti ed aggiungere una dose di pectine di mele; il composto per tutto il tempo di cottura dall'inizio alla fine va girato continuamente con un cucchiaio di legno. (consorziocipollatropeaigp.com)
 
Altre ricette
 
IL TERRITORIO Tropea negli ultimi anni è diventata una delle mete turistiche calabresi per eccellenza della splendida Costa degli Dei, un luogo di antichissime leggende e di storia millenaria. Caratteristici i numerosi edifici signorili, all'esterno dei quali si possono ammirare i settecenteschi balconi, gli imponenti "Portali" posti all'ingresso dei palazzi con i più importanti stemmi delle famiglie della vecchia aristocrazia locale. A poca distanza del centro storico il porto turistico consta di 400 posti barca, con pontili galleggianti provvisti di impianti elettrico, idrico e anti-incendio. Da qui è possibile raggiungere velocemente le Isole Eolie e le suggestive cittadine, quali Capo Vaticano, Parghelia, Ricadi, Briatico e Zambrone. La Cattedrale di stile normanno fu danneggiata gravemente (e in parte distrutta) da un terremoto nel 1905 e ricostruita fra il 1927-31. Santa Maria dell' Isola è diventata il simbolo di Tropea nel Mondo: si tratta di un santuario benedettino di origine altomedioevale ed è composta da una mponente struttura situata su un grande scoglio lungo la spiaggia di Tropea. VISITA TROPEA: VAI ALLA GUIDA
 
Leggi anche
Saperne di più su GUSTO
Correlati per territorio
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100