Cerca nel sito
HOME  / gusto
Strade del vino in Italia

Barolo e la strada dei vini

Barolo e il suo celebre omonimo vino è il punto di partenza per scoprire altri caratteristici borghi piemontesi lungo la Strada del Barolo e grandi vini di Langa.

 Langhe Barolo vino
pixabay CC0 Creative Commons
 Langhe Barolo vino
Barolo, un nome che richiama subito allo straordinario vino, principale risorsa delle colline della Langa; ma è anche una cittadina, con il suo nucleo urbano posizionato in modo diverso dai paesi limitrofi addossati intorno alla sommità di un colle o lungo un crinale. Infatti Barolo si adagia su un altopiano, a chiudere una valletta, ed è protetto dai rilievi circostanti disposti ad anfiteatro. 

In questo panorama si ergono i famosi castelli, quello della Volta situato sul crinale, e il Castello Falletti, o Castello Comunale, che si trova proprio al centro del paese. Memoria e mito abitano le sale di tutti i castelli delle Langhe, e la leggenda legata al Castello Falletti vuole che il "re dei vini" conobbe qui i suoi natali, grazie alle sperimentazioni della Marchesa Giulia Colbert, sposa di Tancredi Falletti. Il castello ospita oggi la Biblioteca storica riordinata da Silvio Pellico, l'Enoteca Regionale del Barolo ed è sede di un Museo del Vino unico nel suoi genere per originalità e scenografie.

A rendere ancora più prezioso il nome di questo autentico borgo langhigiano, è la "Strada del Barolo e grandi vini di Langa" (www.stradadelbarolo.it e www.langabarolo.it), inaugurata tre anni fa (nel febbraio 2006): un promettente circuito enogastronomico ricco di attrattive. La strada unisce i comuni di Barolo, Castiglione Falletto, Dogliani, Grinzane Cavour, La Morra, Monchiero, Monforte, Montelupo, Novello, Roddi, Roddino, Rodello, Serralunga, Sinio e Verduno e Diano d'Alba. Coinvolte nel progetto sono, naturalmente, cantine e aziende agricole, strutture ricettive e musei, castelli e aree d'interesse turistico.

Durante il tragitto, dunque, sono molte le soste che si posso fare, scoprendo siti ricchi di proposte originali. Tra questi, ad esempio, il Museo dei cavatappi a Barolo (piazza Castello 4, www.museodeicavatappi.it), che presenta nella cornice di una ex cantina dai soffitti con volte a botte in mattone, 500 esemplari di cavatappi, dal Settecento ai giorni nostri, di varie epoche, nazioni e tipologie. Altra tappa significativa, quella dell'Enoteca Regionale Piemonte Cavour (Museo delle Langhe, Castello di Grinzane Cavour - 12060 Grinzane) che sorge sui dolci declivi delle Langhe, alle porte di Alba, nell'imponente il castello di Grinzane Cavour la cui costruzione è stata realizzata intorno alla torre centrale della prima metà del secolo XI.

Da cinquant'anni ormai l'Enoteca è un'istituzione del territorio quanto a materia enologica e oggi rappresenta una prestigiosissima vetrina dei migliori vini e grappe piemontesi. Vi sono esposti alcuni torchi antichi, che testimoniano le diverse culture nella tecnica della pigiatura dell'uva. All'interno è presente tra l'altro anche un elegante ristorante ed una caffetteria.

Borgo che vai, cantina che trovi. Un'altra imperdibile tappa per gli enoturisti è quella che conduce fino alle Cantine di La Morra, in provincia di Cuneo (V. C. Alberto, 2 - La Morra), www.cantinalamorra.com). Il bellissimo promontorio tra vigneti di La Morra consente di fare un'esperienza completa di enogastronomia locale grazie alla vocazione spiccata in tal sensp della località. Oltre alla citata Cantina comunale  dove è possibile degustare ed acquistare barolo, nebbiolo, dolcetto e barbera, quasi tutti i negozi della località offrono souvenir golosi dove la tipicità è in primo piano: Cacciatorini al Barolo e salame cotto; formaggio di pecora a denominazione d'origine: "Murazzano"; torta di nocciole, Lamorresi al Barolo e alle grappe, paste di meliga, torrone, tanto per citare alcune specialità. L'imponente vista sulle Langhe che si gode da piazza Castello merita una sosta. La piazza è dominata dalla torre campanaria (1710) che ospita il monumento bronzeo al Vignaiolo d'ltalia, tanto per rimanere in tema.

Ecco, per finire, dieci hotel dove poter soggiornare, anche nei dintorni di Barolo.
Saperne di più su GUSTO
Correlati per distretto Langhe e Roero
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati