Cerca nel sito
HOME  / gusto
marche eventi tradizioni rievocazioni storiche itinerari

Ascoli Piceno, cosa c'è da sapere sulla Giostra della Quintana

La Quintana ha origini antichissime e catapulta i visitatori in epoca feudale

quintana ascolana
Courtesy of ©quintanadiascoli.it
Quintana ascolana
Anche quest'anno Ascoli Piceno si prepara alla tradizionale rievocazione dell'antica Giostra della Quintana che propone due imperdibili appuntamenti con cortei storici, lance e cavalieri che fanno rivivere le antiche giostre di epoca feudale.

LA TRADIZIONE
Le giostre ed i tornei cavallereschi rappresentano un'eredità dell'epoca feudale. Fin dal XII e XIII secolo in molte città, grandi e piccole, si svolgevano grandi giostre accompagnate da un clima di festa e di attesa. Ascoli Piceno non faceva eccezione ed, infatti, nel capoluogo marchigiano si parla della Quintana sin dal 1377 e risalgono ad ancora prima le testimonianze riguardanti i giochi e le celebrazioni che la città dedicava alla festa di Sant'Emidio. A lungo si ricordarono tali celebrazioni con la sola corsa del Palio, ma, dal 1955, la Quintana ascolana è tornata a vivere ed oggi vede impegnati i sei sestieri cittadini in due importanti occasioni, la seconda domenica di luglio, con la giostra dedicata alla Madonna della Pace, e la prima domenica di agosto, con la giostra dedicata al patrono Sant'Emidio. Entrambe le competizioni sono precedute da cortei storici, pali di arcieri e sbandieratori.

LE CARATTERISTICHE
La Quintana ascolana è la rievocazione dell'antica giostra di Ascoli Piceno che vedeva, e vede ancora oggi, sfidarsi i cavalieri dei sei sestieri cittadini. A turno, ognuno dei sei cavalieri, seguendo l'ordine fissato dal sorteggio effettuato durante il Saluto alla Madonna della Pace e l'Offerta dei Ceri, si lancia al galoppo in un percorso ad otto al centro del quale è situato il simulacro del saraceno chiamato il “moro” che sorregge lo scudo che fa da bersaglio per gli attacchi con la lancia. La gara è costituita da tre tornate, ciascuna composta da tre assalti. Ogni cavaliere potrà, dunque, sferrare nove attacchi. In base al tempo impiegato e ai risultati ottenuti nel colpire il bersaglio viene calcolato il punteggio che decreta il vincitore del Palio.

IL TERRITORIO
I protagonisti della Giostra sono i sestieri cittadini (S. Emidio, arme rosso-verde; Piazzarola, arme bianco-rosso; Porta Romana , arme rosso-blu; Borgo Solestà, arme giallo-blu; Porta Tufilla, arme rosso-nera; Porta Maggiore, arme nero-verde) che si preparano alle due sfide per mesi. I festeggiamenti, infatti, prendono il via sin dal mese di giugno con l'allerta dei Sestieri che coinvolgono grandi e piccini con giochi popolari ed esibizioni di sbandieratori. Entrambe le giostre sono precedute dalla presentazione del Palio, dalla lettura del bando e dai sorteggi. La giostra di luglio, inoltre, è preceduta dal Palio degli Sbandieratori, mentre quella di agosto dal Palio degli Arcieri.

GLI INIDIRIZZI
Per calarsi nelle atmosfere irresistibili della Giostra della Quintana, l'appuntamento è per venerdì 13 luglio in piazza San'Agostino per il Saluto alla Madonna della Pace ed il Sorteggio della Giostra di Luglio. Sabato 14, in piazza Ventidio Basso, alle 19.30 si riuniscono i figuranti che costituiranno il Corteo Storico che raggiungerà il Campo dei Giochi di Ponte Majore, situato tra il complesso del Forte Malatesta e la chiesa di San Vittore, dove si svolgerà l'edizione notturna della Giostra della Quintana. La festa ricomincia giovedì 26 luglio con la presentazione del Palio della Giostra di Agosto in piazza del Popolo, con la lettura del Bando e con il Palio degli Arcieri a partire dalle 21.00 presso il Campo dei Giochi. Sabato 4 agosto ci si riunisce, invece, per l'Offerta dei Ceri ed il sorteggio della Giostra. Domenica 5 agosto, il gran giorno, il Corteo Storico si riunisce alle 14.00 in piazza Ventidio Basso e sfila per le vie cittadine fino a raggiungere il Campo dei Giochi dove si svolgerà la Giostra della Quintana della Tradizione.

DA VEDERE AD ASCOLI PICENO: VAI ALLA GUIDA
Leggi anche:
Marche: la preferita di Michelangelo
Il Montefeltro si scopre sulle due ruote

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE



Saperne di più su GUSTO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100