Cerca nel sito
HOME  / cuore
puglia borghi idee weekend itinerari romantici

Vieste, il borgo dove il vero amore trionfa sempre

Il monolite che veglia sul borgo pugliese è protagonista di una romantica leggenda 

viste scolgio spiaggia mare
©j-wildman/iStock
Spiaggia di Pizzomunno
Ci sono luoghi carichi di bellezza in grado di catturare gli sguardi più esigenti con le meraviglie dei loro scenari da cartolina. E ci sono luoghi carichi di magia in grado di toccare i cuori più duri con il fascino romantico delle loro leggende. Ci sono luoghi, infine, in cui la bellezza dei paesaggi si fonde con le suggestioni leggendarie tramandate dalle loro genti creando una meta perfetta per chi desidera organizzare un viaggio che faccia vibrare ogni corda delle proprie emozioni. Una di queste mete è Vieste, un incantevole borgo pugliese adagiato lungo la costa del Gargano tra impervie scogliere e spiagge pittoresche di cui la più grande e famosa è quella del Pizzomunno che prende il nome dallo scenografico monolite bianco che si erge solitario sulla riva vegliando sulla terra e sul mare. Ed è proprio il candido scoglio di Vieste il protagonista di una delle leggende pugliesi più romantiche che rendono il bel borgo del Gargano una meta perfetta per una fuga di coppia all'insegna dell'amore.

La leggenda, raccontata ancora oggi in molte famiglie del paese, narra dell'amore profondo ma sfortunato tra un giovane di nome Pizzomunno ed una fanciulla di nome Cristalda, ma narra anche di come il vero amore, nonostante fatali traversie, riesca sempre, in un modo o nell'altro a trionfare. L'amore romantico tra Pizzomunno, bellissimo pescatore conteso da tutte le ragazze del paese, e Cristalda, la più bella e soave fanciulla del villaggio, nacque proprio sulla lunga spiaggia di Vieste a ridosso della quale si sviluppò il primo insediamento di pescatori. La vicinanza al mare, infatti, permetteva di trasportare e vendere con più facilità il pesce catturato durante le uscite in barca. La bella spiaggia, dunque, divenne il teatro degli incontri romantici tra i due giovani che erano soliti ammirare il chiaro di luna che illuminava la riva.

Uno dei principali percoli che affliggevano i pescatori durante le loro battute di pesca erano le sirene che erano solite utilizzare la propria avvenenza come artificio per ammaliare gli uomini e poi strappar loro la vita. Se c'era un giovane pescatore che più di ogni altro fosse soggetto a questo pericolo, questi era proprio Pizzomunno, particolarmente ambito dalle sirene per la sua bellezza. Egli però, profondamente innamorato e fedele a Cristalda, non cedette mai alle lusinghe delle ingannevoli creature marine, neanche quando gli promisero di non togliergli la vita e di farne il loro re se le avesse seguite in mare. Tanto scaltre quanto vendicative, le sirene non accettarono il rifiuto del giovane e, per punirlo di un tale affronto, una sera, mentre il pescatore si intratteneva sulla spiaggia assieme alla sua innamorata, le creature raggiunsero la riva e catturarono Cristalda trascinandola con loro negli abissi.

Distrutto dal dolore alla vista della sua amata inghiottita dalle acque, Pizzomunno rimase letteralmente pietrificato, trasformandosi nel grande monolite che si erge sulla spiaggia di Vieste. Ma il triste amore di Pizzomunno e Cristalda, come tutti i veri amori, ebbe in qualche modo un lieto fine. Si narra, infatti, che ogni 100 anni per una notte, quella di ferragosto, i due giovani possano incontrarsi ancora per vivere, almeno per qualche ora, il loro sofferto amore. Solo per quella notte al secolo, infatti, Pizzomunno recupera le sue sembianze umane e Cristalda riemerge dalle acque per potersi finalmente gettare tra le braccia del suo amato. Perchè nonostante tutto, l'amore più sincero riesce a vincere su ogni cosa, anche sulla morte.

Leggi anche:
Sapori di Puglia in masseria
5 posti in Puglia da vedere con l'anima gemella
Puglia, la più bella del mondo
La Puglia e il Sud Italia: le più amate dal cinema

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE


Saperne di più su CUORE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100