Cerca nel sito
HOME  / cuore
molise borghi itinerari romantici

Sepino, weekend romantico tra vestigia romane

Il borgo molisano custodisce una grande area archeologica di origine romana

sepino teatro romano scavi
Courtesy of ©Giulio Lastoria/Wikimedia Commons CC BY SA 3.0
Teatro romano di Sepino
Adagiato sulle pendici del massiccio del Matese, Sepino è uno di quei luoghi senza tempo in cui è possibile perdersi in un passato lontanissimo che affonda le proprie radici in epoca remota. Non c'è meta migliore, dunque, per staccare la spina con la propria dolce metà e godere di atmosfere cariche di charme che sprigionano dal magnifico borgo medievale e dagli scavi di epoca romana e sannita che svelano l'antico centro abitato ed i suoi luoghi più rappresentativi. Inserito nel circuito dei Borghi Più Belli d'Italia, questo gioiello molisano saprà regalare emozioni uniche rese ancor più intense dalla bellezza dei paesaggi circostanti del Massiccio del Matese e della Valle del Tammaro fatti di boschi, sorgenti e corsi d'acqua. Ogni soggiorno si rivela, dunque, una piacevole opportunità per dedicarsi a lunghe passeggiate all'insegna della natura e della storia.

Si possono, infatti, ripercorrere interi millenni di storia raggiungendo il borgo della provincia di Campobasso. Gli scavi dei primi insediamenti risalgono al IV secolo a.C.. I resti della cittadina sannita sono oggi visitabili e fanno parte dell'area archeologica di Altilia Sepino (Saepinum), definiti anche città dissepolta, che comprendono il villaggio fortificato sannita Terravecchia/Saipins e la città romana Saepinum-Altilia. Gli scavi della città romana, da alcuni soprannominata “la piccola Pompei”, si trovano all'incrocio tra due importanti arterie, il tratturo Pescasseroli-Candela e la strada che collega il Matese alla costa. Rappresentano un esempio magnificamente conservato di antica città romana della quale è ancora possibile individuare tutte le caratteristiche della tipica struttura urbanistica. 

Il tuffo nel passato comincia varcando le splendide porte di accesso (Porta Boiano, Porta Tammaro, Porta Benevento, Porta Terravecchia) dalle quali è possibile ammirare i resti delle antiche torri e della cinta muraria. Ma non è finita, perchè proseguendo nell'esplorazione si gode dell'opportunità di passeggiare attraverso l'antico Decumano, tra botteghe artigiane, fontane (tra le quali la splendida fontana del grifo), il macellum, l'antico mercato, il tempio e la basilica con il suo affascinante colonnato che si apre sul foro, ancora perfettamente conservato. Culmine della visita è il teatro dell'antica Saepinum, l'edificio più monumentale dell'intera città a ridosso delle mura sul lato nord. Ancora oggi è possibile ammirare l'orchestra e le parti inferiori delle gradinate. Dove, invece, si trovava il settore superiore delle gradinate, oggi sorge un caratteristico complesso di edifici rurali ricavati, in buona parte, con materiali attinti dallo stesso teatro.

La visita del borgo di origine medievale, di poco distante, non si rivela meno affascinante. All'interno delle mura sono custodite magnifiche testimonianze del passato della città, tra le quali la chiesa di Santa Cristina, dall'affascinante colonnato e dalla storia lunghissima, iniziata nel 1099 e che l'ha vista sopravvivere al terremoto del 1805. E per le coppie che amano rilassarsi a contatto con la natura, una stradina che parte dal paese conduce sino al Passo Crocella. Seguendo, poi, un sentiero montano si raggiunge il suggestivo pianoro di Campitello di Sepino con le sue ampie distese pianeggianti incorniciate da boschi, e solcate dalle acque del Tappone. Dalla roccia a nord-ovest, infine, da un magnifico belvedere naturale si può godere di un'ampia veduta che spazia dal Monte Mutria alla piana di Campochiaro.

Leggi anche:
Molise: la Basilica che ricorda la Sagrada Familia
Molise, l'olio celebrato dai poeti romani
Molise: una regione di sapori
Molise tra zampogne e domus romane

CONSIGLI PER IL WEEKEND
I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su CUORE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati