Cerca nel sito
HOME  / cuore
montefiore conca emilia romagna itinerari romantici

Montefiore Conca, un amore che dura sei secoli

La rocca del borgo ha fatto da cornice ad una intensa storia d'amore

montefiore conca rocca
Courtesy of Toni Pecoraro/Wikipedia Pubblico Dominio
Montefiore Conca
A rendere affascinante Montefiore Conca, gioiello medievale della Valle del Conca, è il suo grado di conservazione. Il bel borgo della provincia di Rimini, non a caso inserito nei circuito dei Borghi Più Belli d'Italia, si presenta, infatti, come uno dei paesi della Signoria dei Malatesta più integri e suggestivi. Un luogo, insomma, in cui fare un tuffo nel passato e rivivere una storia lunghissima ed intricata. Ma a rendere questa località una meta ideale per una fuga romantica è, invece, la sua imponente Rocca, un maniero che farà innamorare chiunque sceglierà di scoprirne la storia durante un viaggio con la propria dolce metà, una storia ammantata di leggenda che è rimasta custodita tra le sue mura per oltre sei secoli.

Basterebbe uno sguardo dall'alto del colle su cui sorge per rimanere incantati da questo luogo carico di storia. Dalla terrazza della fortezza si gode, infatti, di un panorama mozzafiato che, nelle giornate più limpide, spazia fin sulla costa da Fano a Ravenna. Ma quando si presta attenzione ai segreti e alle passioni rimasti celati nelle sue stanze per centinaia di anni, ci si rende immediatamente conto di trovarsi al cospetto di uno dei luoghi più romantici che si possano immaginare. La storia della rocca, infatti, è stata segnata da un amore profondo e fatale i cui sviluppi sono stati ricostruiti soltanto in epoca recente. Un amore che ha visto protagonisti la giovane Costanza Malatesta ed il Cavaliere Ormanno.

Figlia del signore di Montefiore, l'Ungaro Malatesta e di Violante D'Este, Costanza Malatesta, da anni orfana di madre, venne data in sposa, appena adolescente, a Ugo D'Este, fratello della matrigna, il quale morì dopo sette anni di matrimonio. Rimasta vedova a soli vent'anni, Costanza fece ritorno a Montefiore per rimanere accanto al padre durante gli ultimi anni della sua vita. Un giorno, quando ormai anche il padre non era più in vita, giunse al castello un esercito presso il quale, a capo di 50 lance, militava un cavaliere di nome Ormanno, proveniente da un lontano ducato in Alta Alemgana. I due giovani si innamorarono profondamente vivendo il loro sentimento esclusivamente all'interno del castello, ma lo zio della giovane, Galeotto Malatesta, che nutriva rancore nei confronti della nipote, ostacolò strenuamente questo amore al punto da inviare un sicario nella camera in cui si erano appartati i due innamorati. Si narra che ancora oggi i fantasmi dei due giovani si aggirino tra le mura del castello, le stesse mura che avevano celato il loro amore quando erano ancora in vita e che lo hanno custodito fedelmente nei secoli fino ai giorni nostri.


Saperne di più su CUORE
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100