Cerca nel sito
HOME  / cuore
Sicilia Agrigento Favara Farm Cultural Park Garden Cactus

Favara: la Sicilia che non ti aspetti da scoprire in due

Tra oasi di pace e gallerie d'arte, ecco il nuovo volto del paese pronto a divenire la seconda attrazione turistica della provincia di Agrigento dopo la Valle dei Templi 

Farm Cultural Park, Favara
Courtesy of©Farm Cultural Park
Farm Cultural Park, Favara
La Sicilia è una delle destinazioni che, in vista dell’estate, è sempre sulla cresta dell’onda. La amano gli italiani e se ne innamorano anche gli stranieri, conquistati dalle sfumature di quel cristallino mare, dal calore della sua gente e da quella gastronomia ghiotta ma, al di là delle mete turistiche più chiacchierate, esistono angoli meno noti che sanno però far parlare di sé in quanto hanno qualcosa di unico da raccontare.

LEGGI ANCHE ALCAMO, LA SICILIA ROMANTICA SALVATA DAL FAI

E’ il caso di Favara, realtà sita in provincia di Agrigento là dove chi ama l’arte, la creatività e la cultura potrà trovare le sue più grandi passioni tutte racchiuse in un medesimo contenitore: il Farm Cultural Park. Parliamo di un vero e proprio parco culturale di nuova generazione, un’istituzione culturale privata nata dalla mente della coppia formata da Florinda Saieva ed Andrea Bartoli, due cervelli non in fuga desiderosi di dare una nuova identità a Favara apportando, nel loro piccolo, un significativo cambiamento, una vera e propria rigenerazione urbana che intende dare una nuova identità ad una zona degradata, quella del Cortile Bentivegna formato da Sette Cortili, ovvero una sorta di Kasba divenuta, dopo anni di lavori, un’attrazione turistica di grande appeal.

Ebbene sì, il cuore di questo paese si è vivacizzato attraverso uno nessuno e centomila progetti tra gallerie d’arte, spazi espositivi temporanei e permanenti, al chiuso e all’aperto, residenze per artisti, presentazioni di libri, corsi di architettura etc. una ricchezza tale che il Blog britannico "Purple Travel" ha inserito Favara e il Farm Cultural Park al sesto posto nella classifica mondiale delle mete turistiche che gli appassionati d’arte contemporanea non dovrebbero perdere.

LEGGI ANCHE GANGI, LA PERLA DELLE MADONIE
 
Coloro che inseguono la scia dell’unicità e pretendono da una vacanza emozioni autentiche, ma anche benessere e perché no, un pizzico di romanticismo, per un pernotto ricco di magia vale la pena dirigersi al Garden Cactus, albergo sito in una posizione tattica, a soli 4 km dalla Valle dei Templi di Agrigento. A disposizione degli ospiti due appartamenti e quattro camere, tutte diverse tra loro e con nomi evocativi, siti in un contesto mozzafiato, una vera oasi di pace ed armonia con la natura che permette di vivere a tu per tu con più di tremila specie e più di diecimila piante appartenenti a numerose famiglie botaniche provenienti da tutti i continenti raccolte nel giardino botanico di Carmela Vaccaro e Tommaso Sciara, meraviglie che il padrone di casa è pronto a illustrare attraverso visite guidate.

Se invece si desidera affacciarsi e vedere il mare, a regalare una vista panoramica privilegiata e tramonti carichi di sentimentalismo è l’Antica Perla Residence Hotel di Agrigento, realtà a conduzione familiare sita in una splendida baia del litorale di Cannatello. Prima di lasciare la cittadina è doveroso farsi prendere per la gola pronti e misurarsi con quei dolci che hanno portato il nome di Favara in giro per l’Italia: senza troppo pensare alla dieta qui ci si misura con la famosa Pasta Elena, creazione dei pasticceri Francesco Butticè e Vincenzo Albergamo realizzata in onore alla Regina d'Italia, una delizia a base di pan di spagna, crema di ricotta e mandorle tostate che, nella sua semplicità e con quel profumo inebriante, sa come rimanere nel cuore.
Saperne di più su CUORE
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati