Cerca nel sito
Yann Tiersen, concerto, Milano

Yann Tiersen torna a Milano con “All”

Al Conservatorio di Milano il nuovo tour del musicista bretone  

Yann Tiersen
www.facebook.com/yanntiersen.official/
Yann Tiersen
Il compositore e musicista bretone Yann Tiersen torna stasera in concerto a Milano per presentare nella Sala Verdi del Conservatorio il suo decimo album studio intitolato All. Nato nel 1970 a Brest Yann Tiersen cresce a Rennes. Il suo mediocre percorso scolastico è però compensato da un brillante curriculum in diverse classi di conservatorio. Il giovane musicista studia infatti strumenti come il violino e il pianoforte. Inoltre dietro esplicito consiglio del padre, amante della musica classica, inizia a studiare anche la tecnica della direzione d'orchestra.
 
Ma il giovane Tiersen matura ben presto la decisione di abbandonare la musica classica per dedicarsi ad espressioni più elettriche. Rennes, era infatti la capitale del rock francese negli anni '80 oltre ad essere il luogo in cui si svolgeva ogni anno il Route du Rock. Il celebre festival francese portava nel capoluogo della Bretagna le grandi band internazionali. Il giovane Yann rimane quindi impressionato dal punk degli Stooges e dei Joy Division che tutt'ora influenza le sue composizioni assieme alla musica elettronica di Neu!, Kraftwerk e Moderat. 
 
Uscito lo scorso 15 Febbraio “All” è il primo album registrato nel nuovo studio del musicista The Eskal Project, costruito in una discoteca abbandonata sull’isola di Ushant, una piccola isola situata tra il mare della Britannia e la Cornovaglia, la sua casa negli ultimi 10 anni. Il disco, mixato da Gareth Jones, riprende i temi legati all’ambiente e la connessione con la natura già esplorati in EUSA, aggiungendo registrazioni di suoni presi anche da altre parti del mondo oltre alla Britannia, come le Redwood Forests della California o le registrazioni dei campi dell’aeroporto di Tempelhof a Berlino (da qui il titolo del primo singolo ‘Tempelhof’), e prevede anche alcuni ospiti vocali.
 
Ricordiamo che il tour del precedente lavoro “EUSA” aveva registrato due concerti sold out al Barbican di Londra, e in alcuni dei più importanti festival e delle più prestigiose venues al mondo, come l’Edinburgh International Festival, la Berlin Philharmonic, le Officine Grandi Riparazioni di Torino, il Teatro Principal di Zaragoza, l’Odeon of Herodes Atticus in Atene, la Sydney Opera House e la Grand Hall of the Philharmonia di San Pietroburgo.
  
 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Lombardia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100