Cerca nel sito
Mostre in Toscana

Weekend d'arte: 4 mostre da non perdere in Toscana

Toulouse-Lautrec a Pisa, Warhol a Prato, l’arte del ‘900 a Firenze e le immagini di Franco Fontana a San Gimignano. Questi i più interessanti appuntamenti della Toscana con le mostre d’arte

Henri de Toulouse-Lautrec
www.toulouselautrec-pisa.it
 Henri de Toulouse-Lautrec - Jane Avril, 1899
A San Gimignano sbarca Full Color
L’esposizione Full Color giunge a San Gimignano, presso la Galleria di Arte moderna e contemporanea “Raffaele De Grada” dove sarà aperta al pubblico fino al 6 gennaio 2016. Il percorso espositivo curato da Denis Curti è articolato in diverse sezioni tematiche, a partire dai paesaggi degli esordi, passando per le diverse ricerche dedicate ai paesaggi urbani, al mare, alle geometrie delle ombre e alla luce americana.  

In Toscana Warhol a confronto con Lippi
S'intitola Synchronicity. Contemporanei, da Lippi a Warhol, il progetto espositivo di Stefano Pezzato, curatore e conservatore del Centro Pecci che fino al 10 gennaio 2016 presso il Museo di Palazzo Pretorio, accoglie alcune fra le ricerche artistiche più significative dal secondo dopoguerra, inserendole all'interno del suo percorso storico-artistico. Nella mostra allestita da Francesco Procopio, le opere di artisti come Marcel Duchamp e Andy Warhol, Daniel Spoerri e Michelangelo Pistoletto, Matthew Barney e Vanessa Beecroft, troveranno posto a fianco di Filippo Lippi e Donatello, ma anche delle tavole tardogotiche e delle pale rinascimentali, per arrivare, attraverso i secoli, sino all'altana dove sono esposte le opere dell'Ottocento e del Novecento, inserendosi cronologicamente proprio là dove terminano le raccolte civiche di Prato.

Firenze: percorsi inediti fra le collezioni fiorentine
Rimarrà aperta fino al 10 gennaio 2016 a Villa Bardini di Firenze la mostra “Toscana ’900. Da Rosai a Burri. Percorsi inediti tra le collezioni fiorentine”. La mostra, a cura di Lucia Mannini e Chiara Toti, promossa e organizzata da Ente Cassa di Risparmio di Firenze e Regione Toscana, in collaborazione con la Consulta delle Fondazioni di origine bancaria della Toscana, intende riportare l’attenzione su alcune delle realtà cittadine che accolgono e tutelano collezioni del ’900 normalmente non esposte e accessibili al pubblico. Biblioteche, archivi, istituzioni destinate alla formazione, allo studio e alla ricerca, oppure collezioni di origine bancaria o raccolte private: a loro si deve la conservazione in luoghi significativi della vita sociale e culturale della città di un patrimonio ricco ma “silenzioso” al quale è dedicata la mostra di Villa Bardini.

Il mondo di Toulouse-Lautrec a Pisa
È una Parigi decadente a tratti disperata quella che dal suo atelier nel cuore del quartiere di Montmartre, Henri de Toulouse-Lautrec, amava rappresentare nei suoi lavori. Ed è proprio quel mondo che l’artista amava più di ogni altra cosa ad essere al centro della mostra “Toulouse - Lautrec. Luci e ombre di Montmartre”, ospitata fino al 14 febbraio a Palazzo Blu di Pisa. La mostra, curata da Maria Teresa Benedetti, presenta l’avventura umana e artistica di uno dei “giganti” dell’arte europea. L’artista proveniente da un’antica famiglia aristocratica del sud della Francia, quella dei Conti di Toulouse è, infatti, riuscito, più di chiunque altro, a descrivere e caratterizzare una città, i colori di una generazione e, più in generale, il vero stile di vita della Parigi di fine Ottocento, la Parigi del Moulin Rouge, di Montmartre e delle maison closes. L’arte di Toulouse-Lautrec si dedicava così a rappresentare un’umanità circoscritta, di cui condivideva gioie e angustie, eccessi e debolezze. Un universo pittorico, insomma, popolato da personaggi stravaganti, ritratti con intensità e furore.

CONSIGLI PER IL WEEKEND

I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su CULTURA
Correlati per territorio
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati