Cerca nel sito
Vini e meditazione in Umbria

Vini e meditazione in Umbria

Sulle dolci colline umbre a sorseggiare passiti da meditazione. E' quanto offre Montefalco, capitale di quel Sagrantino che fa impazzire gli enoturisti.

Vini e meditazione
Da qualsiasi parte si volti lo sguardo, il colle di Montefalco è lì, punto fermo dell’orizzonte. Cuore simbolico, oltre che geografico, della Valle Umbra, la “città della meditazione” in provincia di Perugia offre generose vedute sui Monti Martani, sul Subasio e sugli Appennini, regalando intensi assaggi dei dolci paesaggi collinari umbri.

In questa cornice ottimale si svolge (dal 16 al 18 settembre) l’edizione 2005 di “Excellentia, Città e Vini da Meditazione”, la biennale internazionale dei vini dolci e da meditazione organizzata dall’Associazione Italiana Sommelier dell’Umbria, con il patrocinio dell’AIS nazionale e del Movimento del Turismo del Vino Umbria, che anche quest’anno riunirà in un’esclusiva kermesse i migliori nettari di tutto il mondo.

Tokaj, Sauternes, Porto, Sherry, Vendemmie tardive, Picolit, Eis Wein, Passiti, sono loro i protagonisti di una manifestazione che coniuga in modo esemplare il gusto del vino a quello della riflessione – piacere etico ed estetico nella cui armonia ha trovato la ragion d’essere gran parte della filosofia antica. Della spiritualità umbra, Montefalco è un libro aperto; ce ne parlano le immagini degli affreschi delle chiese. Parimenti, dei vini da meditazione  la città è una sorta di Capitale, producendo quel Sagrantino Passito che pare nasca da uno dei più antichi e preziosi vitigni autoctoni di tutta Italia, il Sagrantino, appunto.

Già Plinio il Vecchio cantava le lodi del vino di queste terre, ma la vera leggenda del Sagrantino inizia nel Quattrocento con chiaro legame religioso: sono alcuni frati francescani che, pare, lo abbiano riportato da uno dei loro viaggi in Asia. Oggi il Sagrantino spicca nell’impero enologico in due versioni – secca e passita – ma è in quest’ultima (versione originale dolce) che gli intenditori riconoscono l’esaltante aroma speziato e avvolgente che eleva a vino da meditazione e che da circa un decennio ormai compete egregiamente con gli altri grandi vini dolci italiani e internazionali.

In tutto questo, Montefalco si colloca come location ideale per un evento che intende esaltare il connubio tra vini da meditazione e luoghi d’arte da meditazione. E lo fa servendosi dell’esperienza tecnica ed organizzativa di uno dei soggetti più esperti in materia di  dolcezza, ovvero lo staff di Eurochocolate, partner dell’evento. Gli appuntamenti (www.eurochocolate.com/excellentia2005) avranno luogo nello scenario del Salone Espositivo del Complesso di Sant'Agostino, nel centro storico di Montefalco, dove la vetrina dei dolci nettari divini si snoderà anche per l’intero perimetro del Chiostro.

Prosecuzione ideale di Excellentia sarà la Settimana Enologica (dal 22 al 25 settembre) durante la quale le cantine della città presenteranno, dopo i tre anni di affinamento obbligatori, l'ultima vendemmia disponibile in abbinamento a passeggiate dei sapori organizzate lungo la strada del Sagrantino. Un ulteriore assaggio delle prelibatezze di Excellentia, si potrà degustare anche  a Perugia, Orvieto e Spoleto dove nelle serate del 16, 17 e 18 settembre saranno organizzati particolari eventi di degustazione e abbinamenti di vini dolci e da meditazione che combineranno al gusto le suggestive atmosfere delle location appositamente allestite per l’edizione 2005.

 

Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Umbria
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati