Cerca nel sito
Monte Grappa sacrario militare ossario Guerra

Veneto: il monumentale sacrario del Monte Grappa

Sulla sommità della celebre montagna, un solenne sacrario dall’architettura maestosa

Sepolcro Monte Grappa
istockphotos
Sacrario Militare Cima del Grappa
Monumentale, solenne, immenso, maestoso: gli aggettivi per descrivere il Sacrario Militare di Cima Grappa evocano magnificenza. La vastità del luogo è la prima cosa che colpisce, e un attimo dopo è l’atmosfera spirituale ad avvolgere. Sono sensazioni che spesso la montagna regala: un mix di monumentalità e misticismo che il grande sepolcro del Monte Grappa rievoca attraverso l’architettura.


 
SCOPRI TUTTI I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
 
Realizzato tra il 1932 e il 1935 su progetto dell’architetto Giovanni Creppi (che concepì anche il sacrario di Redipuglia) il Sacrario Militare di Cima Grappa sorge a 1776 metri di altitudine, sulla vetta del celebre massiccio. Questi luoghi furono scenario di numerose battaglie durante la Grande Guerra: al termine del primo conflitto bellico mondiale, il Monte Grappa e le sue pendici erano disseminate di piccoli cimiteri militari. E’ per riunire sotto un unico, grande sepolcro monumentale i caduti della guerra che si decise di realizzare questo vastissimo progetto. 
 
Il complesso ospita i resti di 12.615 soldati italiani e 10.295 caduti austro-ungarici. Due distinte strutture, collegate fra loro, conservano i loro resti. Tra i due ossari, la Via Eroica scorre per 300 metri, al termine della quale sorge un massiccio edificio che evoca un sarcofago monumentale. Dal punto di vista architettonico, lo stile militare-razionalista caro alla committenza fascista si manifesta nella forma a gradoni, gironi semicircolari caratterizzati dall’elemento ripetuto del colombario (tante ‘finestrelle’) ospitano al loro interno i loculi. La pietra viva e bianca rievoca la classicità romana. La struttura che si sviluppa su un versante del monte, sfruttandone la pendenza. 

 
Il Sacrario Militare di Cima Grappa è uno dei più importanti ossari della regione montuosa in provincia di Vicenza (ma se il Massiccio del Monte Grappa appartiene in parte alle province di Treviso e Belluno), teatro di numerosi combattimenti durante la Prima Guerra Mondiale. Oltre ad esso, il sacrario del Monte Pasubio, del Leitan e di Tonezza del Cimone rappresentano delle tappe evocative e suggestive della storia italiana, incorniciate dalla bellezza delle Alpi e Prealpi Venete. 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Veneto
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati