Cerca nel sito
L'Ortolano di Giuseppe Arcimboldo, mostre Expo 2015 Foody

Mostre Expo 2015: a Cremona l'estro di Arcimboldo 

Il Museo Civico della città lombarda ospita una delle opere più fantasiose dell’artista milanese, il busto dell’ortolano che si capovolge, ispirazione per Foody la mascotte di Expo 2015

Dipinto dell'Ortolano di Arcimboldi<br>
© Wikipedia
L'Ortolano, Giuseppe Arcimboldi
A Expo 2015 si parla anche di arte: già, perché chi meglio di una celebre opera a base di ortaggi e verdure può offrire la giusta ispirazione per Foody, la mascotte della grande esposizione universale? I più esperti hanno già capito di cosa si tratta, i più curiosi troveranno la giusta occasione per organizzare un viaggio a Cremona nel mese di aprile o a Milano per l’Expo dal 1 maggio. Stiamo parlando del Dipinto dell’Ortolano di Giuseppe Arcimboldo, conosciuto anche come Arcimboldi, pittore milanese del Cinquecento passato alla storia grazie alle sue grottesche teste composte che rappresentano buffi ritratti con la tecnica di combinare tra loro oggetti e elementi dello stesse genere, che siano frutta e verdura, pesci, uccelli o libri. Le sue opere più famose sono le Quattro Stagioni in otto tavole raffiguranti, in forma di ritratto allegorico, Primavera, Estate, Autunno e Inverno, assieme ai quattro elementi della cosmologia aristotelica, ossia Aria, Fuoco, Terra, Acqua.

Leggi anche: IL PARCO DELLA BIODIVERSITA' CHE DIFFERENZIA EXPO 2015

Quello che però, riceverà su di se gli onori internazionali grazie ad Expo 2015 è il quadro dipinto nel 1590, un olio su tavola che si trova presso il Museo Civico di Cremona: si tratta di una ciotola contenente degli ortaggi che, se viene girata, mostra il volto dell’ortolano, il quale prende la forma di una testa con la ciotola che assume l’aspetto di un copricapo. La composizione degli ortaggi, sistemati in un determinato modo, riprendono la fisionomia di capelli, naso bocca e zigomi del volto rubicondo dell’ortolano: questa tecnica di pittura diede fama al pittore costituendone la caratteristica principale. Infatti Arcimboldo, attraverso l’utilizzo degli oggetti e delle cose che mettono in evidenza l’attività del soggetto ritratto, ne definiscono la fisionomia inventando una tecnica sapiente e dettagliata attraverso la quale l’artista offre, da una parte, una piacevole sensazione di gioco visivo ma dall’altra, anche un senso di inquietudine.

Guarda EXPO 2015 E BELLEZZE D'ITALIA: LE GIGANTOGRAFIE PIU' SPETTACOLARI

Il dipinto l'Ortolano è pronto quindi per venire ospitato al Padiglione Italiano nel periodo maggio-agosto per poi tornare a Cremona a settembre con un'importante e innovativa veste. Una particolare installazione consentirà al visitatore che si avvicina al dipinto di essere coinvolto in una speciale esperienza musicale ed un commento sonoro è finalizzato a potenziare l'esperienza emozionale della visione dell'opera. Ecco quindi la possibilità di poter ammirare il dipinto originale assieme a Foody, che rappresenta la comunità, la diversità e il cibo inteso nella sua accezione più estesa, fonte di vita ed energia. La mascotte di Expo 2015 si presenta sincera, saggia, rispettosa e amante della buona e sana cucina. Il volto "in stile Arcimboldo" è composto da undici personaggi della famiglia di frutta e verdura: ogni alimento darà vita a un aspetto del tema della manifestazione e si farà portavoce di buone e corrette abitudini.

*****AVVISO AI LETTORI******  
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Lombardia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati