Cerca nel sito
Bergantino Museo della Giostra Rovigo

Rovigo, il museo della giostra tra sogno e realtà

Un mondo di gioco, fantasia, divertimento raccontato attraverso un museo davvero speciale

Luna park
istockphotos
Giostra
Una viaggio attraverso il gioco e la fantasia. Le giostre sono il punto di incontro tra il mondo onirico e la realtà, ed è per questo che sono tanto amate. A Bergantino, in provincia di Rovigo, c’è un’esposizione davvero speciale che ha per tema i luna park in ogni sua declinazione: il Museo Storico della Giostra e dello Spettacolo Popolare è un centro di ricerca unico nel suo genere. Le giostre, gli spettacoli di piazza, il divertimento popolare dai tempi antichi ai giorni nostri sono l’oggetto del divertente percorso espositivo visitabile presso Palazzo Strozzi. 
 
Ma perché proprio a Bergantino? In pochi lo sanno, ma il Polesine (in particolare l’alto Polesine), territorio racchiuso tra l’Adige e il Po, è noto come il fulcro del ‘Distretto Veneto della giostra’, dove la costruzione di balocchi è un mestiere radicato nel passato e nella tradizione artigianale. Giostre per l’appunto, ma anche teatri delle maschere e dei burattini, circo, cinematografi, e tutte le strutture per il divertimento si fabbricano in Veneto da generazioni. Torniamo al museo: tutto ciò che è spettacolo popolare trova nella sede di Bergantino la sua degna rappresentazione. Curiosità e oggetti d’epoca, rari strumenti, modellini di giostre antiche, ma anche strutture moderne perfettamente funzionanti, documentazioni storiche che narrano le avventurose vite degli artisti ambulanti e dei giostrai bergantinesi, stampe e filmati vanno a comporre un quadro storico-antropologico di eccezionale valore.  
 
Inaugurato nel 1999 ma rinnovato completamente nel 2011, il Museo Storico della Giostra e dello Spettacolo Popolare racconta la storia dell’umanità dal punto di vista dello svago e del divertimento. Il percorso si divide per argomenti, e parte addirittura dal tema del labirinto, per arrivare alle forme di intrattenimento medievali. Si passa quindi per ambienti dedicati alle fiere, ai burattini, alle gallerie delle meraviglie e delle streghe. Due sale sono dedicate al luna park e una alla ‘gente del viaggio’, ovvero le persone di Bergantino che dagli anni ’20 del Novecento intrapresero l’avventura di diventare artisti ambulanti per sopperire alla crisi economica, donando al proprio territorio il lustro e il meritato successo.

Leggi anche: Castelnuovo del Garda, il divertimento non ha età
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Veneto
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100