Cerca nel sito
Piccola Londra quartieri di Roma Flaminio

Roma, la ‘piccola Londra’ del quartiere Flaminio

Nella capitale c’è una via molto British che ricorda i quartieri residenziali londinesi

Via di Londra
istockphotos
Notting Hill
Se qualcuno vi ci portasse ad occhi bendati, aprendoli immaginereste di essere a Notting Hill, magari dalle parti di Ladbroke Grove; in ogni caso credereste di essere in Inghilterra, perché i villini a schiera con le scalette che conducono alla porta d’ingresso sono decisamente iconici di quelle latitudini. E invece siete in Italia, a Roma, precisamente nel quartiere Flaminio, e sono solo le persiane ai balconi che vi ricorderanno l’architettura residenziale della Città Eterna, o forse le piante dei giardinetti super-curati che evocano il sud Europa.
 
E’ una strada curiosa quella che i romani chiamano ‘piccola Londra’, al secolo Via Bernardo Celentano, una via privata alla quale si può accedere solo a piedi, cosa che la rende ancora più onirica, astratta dal traffico e dal caos che si impadroniscono della città a pochi isolati di distanza. Una via dritta, non molto lunga, con le case basse, strette strette l’una all’altra, i cancelli in ferro battuto che separano la proprietà dal marciapiede, giardini, scale in pietra che conducono a decorati portoni in legno. Tutto qui è regolare, ordinato, pulito, come in una via periferica di Sloane Square. E difatti gli affitti o l’acquisto di una proprietà hanno prezzi stellari, un vero investimento se si vuole vivere di turismo. 
 
Ma da dove nasce l’idea di una strada England style a Roma? Questa via residenziale fu fatta erigere negli anni ’10 del ‘900 per ospitare gli impiegati di alto livello e i burocrati delle varie sedi politiche e amministrative. Edilizia popolare con un tocco di upper class. Tra il 1907 e il 1913 il sindaco di Roma fu Ernesto Nathan, un repubblicano mazziniano di origine anglo-italiana, cosmopolita di vedute moderne. Egli inaugurò una nuova stagione dell’urbanizzazione romana, varando un piano regolatore per costruire quartieri al di fuori delle mura, opponendosi al monopolio e alla speculazione di pochi grandi proprietari e cercando di ‘lanciare’ Roma nel panorama delle nuove metropoli europee, modernizzandola anche dal punto di vista del tessuto urbano. L’aumento della popolazione e l’ampliamento del sistema politico e amministrativo fece sorgere molti nuovi quartieri limitrofi al centro storico, tra cui il quartiere Flaminio. L’architetto che realizzò la ‘piccola Londra’ romana è Quadrio Pirani, padre di molti quartieri residenziali dell’epoca, il quale volle sperimentare un nuovo pattern urbano, e chissà che l’idea di sviluppare una via in stile British non sia arrivata proprio ispirandosi ad un sindaco cosmopolita e dal sangue inglese come Nathan.
 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Lazio
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100