Cerca nel sito
Riva del Garda cosa vedere

Riva del Garda tra natura e storia

Scopriamo perché è una delle mete turistiche più apprezzate in assoluto in ambito lacustre

riva del garda
Shutterstock.com
Veduta panoramica di Riva del Garda
Il clima mite e la perfetta temperatura delle acque rendono il Lago di Garda una destinazione ideale per il turismo balneare. Sembra quasi un mare lo specchio d’acqua che vanta una superficie di 370 km quadrati, risultando il maggiore lago italiano e il terzo per profondità dopo quello di Como e il Lago Maggiore. Cerniera tra Lombardia, Veneto e Trentino Alto Adige rispettivamente con le province di Brescia, Verona e Trento, è circondato da palme, oleandri, olivi e viti creando sponde suggestive che regalano panorami mozzafiato, da sempre incanto per ogni visitatore. Non solo le bellezze naturalistiche e paesaggistiche fanno di questa zona una meta turistica ambita, ma tanti sono anche i richiami alla storia e alla cultura grazie alla presenza di numerosi borghi, castelli, monasteri e antichi paesi ricchi di monumenti e musei. Come Riva del Garda, all’angolo nord occidentale, una delle cittadine più importanti e visitate della Riviera del Benaco, protetta dal Monte Rocchetta sul lato occidentale e il Monte Baldo su quello orientale. Si trova in provincia di Trento  e gode di un fascino particolare: qui, infatti, il lago si restringe e si incunea tra le alte pareti rocciose del Monte Rocchetta, l’acqua è più fredda e più blu, il panorama risente delle vicine Dolomiti e il silenzio si fa più rarefatto, merito anche del divieto della navigazione a motore che sulla parte trentina del lago è vietata. 

La Torre Apponale in Piazza 3 Novembre

Scoprire il borgo
Località turistica attrezzata e molto apprezzata, curata e ricca di storia, è abitata fin dal tempo dei Romani ed offre numerose testimonianze del suo passato medievale. In Piazza 3 Novembre, circondata da portici, si trova la Torre Apponale (nella foto sopra) il suo monumento più importante, che risale al 1220: alta 34 metri, dalla sua sommità di ammirano perfettamente le geometrie della piazza che delimita il molo, la città e le acque azzurre del Garda. Degni di nota anche il Palazzo del Comune, ricostruito dai veneziani nel Quattrocento, e il Palazzo Pretorio costruito nel 1375 dagli scaligeri, che raccoglie alcune delle più antiche e interessanti lapidi dall’età romana fino al Cinquecento. Una passeggiata in piazza permette di respirare il fascino austroungarico di Riva, magari sostando ai tavolini dei bar e ammirando i palazzi che qui si affacciano. Particolarmente suggestiva è Piazza Cesare Battisti con la sua spettacolare apertura sul Lago e la magnifica presenza della Rocca di Riva, monumento simbolo cittadino. All’interno dell’antico castello medievale ha trovato sede il Museo di Riva del Garda (più informazioni qui) con le sue sezioni permanenti, gli spazi riservati alle mostre temporanee e lo spazio laboratorio pensato per i più piccoli. Il percorso museale si sviluppa attraverso la Pinacoteca con opere che mostrano i vari aspetti della cultura di confine gardesana tra il XIV e il XIX secolo; un sezione di Storia che ha trovato alloggio nella parte alta della Rocca; una sezione di Archeologia con reperti che comprendono il Paleolitico Medio e il tardo altomedievale. Irrinunciabile la salita al Mastio, ovvero la torre principale della Rocca, dalla cui piattaforma panoramica si apre una suggestiva immagine della città e del lago di Garda.

La Rocca di Riva del Garda

Tra gli edifici religiosi la Chiesa dell’Inviolata si rivela un pregiato esempio di stile barocco, costruita nel 1603 per volere del vescovo di Trento come centro di diffusione della controriforma. Al suo interno si possono ammirare bellissimi affreschi barocchi e la spettacolare volta della cupola completamente ricoperta di decorazioni e dipinti realizzati da Martino Teofilo Polacco. Il quartiere medievale del Marocco, il cui nome deriva con tutta probabilità da “marocche”, ovvero i cumuli di frana su cui sono sorti i palazzi, si trova a ridosso della Rocchetta ed è caratterizzato da vicoli angusti e da case che conservano l’impronta artigianale e popolare del passato. Degno di nota l’elegante Palazzo del Vescovo nella piazza superiore dove si trovano anche il vecchio lavatoio e un’edicola votiva dedicata a San Rocco. Per vedere il meglio del paesaggio naturale di Riva del Garda si può prendere lo splendido viale lungolago che segue la costa appena oltre la Rocca di Riva e si addentra in un bel parco ricco di verde, panchine e fontane.

Lungolago

La costa del Lago di questo punto è ricca di porticcioli e piccole spiagge dove vale la pena ritagliarsi momenti di relax in quanto di solito la riviera lacustre è tipicamente caratterizzata da spiagge ricoperte da ciottoli lisci e rotondi. Continuando a camminare lungo tutto il lago dal centro città si raggiunge, in circa 30 minuti, Forte San Niccolò, che si trova ai piedi del Monte Brione. Prendendo invece da Via Monte Oro la bella strada tra il verde del bosco si arriva a visitare un altro simbolo storico e uno dei principali punti di interesse di Riva del Garda, il Bastione, una torre costruita all’estremità settentrionale del lago nel 1508, che sorge su una collina e offre una vista mozzafiato sulla zona e sulla città sottostante. Il lungolago è anche il punto di inizio della ciclabile Riva del Garda. Torbole e Arco, perfetta per una piacevole gita in bici adatta a tutti: si tratta di un itinerario ben segnalato che risulta essere uno dei modi migliori per approfondire le conoscenze dello splendido territorio circostante, con i meravigliosi panorami tra lago e montagna. Quando invece si preferisce una gita in battello per navigare sul lago, allora basta recarsi a Piazza Catena, punto di partenza e di arrivo di diverse barche: il nome ricorda la catena che ogni sera veniva calata in acqua con un argano per chiudere il porto. 
Scorcio sul porto di Riva del Garda 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Trentino - Alto Adige
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati