Cerca nel sito
Ravenna monumenti da vedere piazze

Passeggiata tra le piazze storiche di Ravenna 

Le piazze cittadine che hanno fatto la storia 

Piazza del Popolo
©iStockphoto
Piazza del Popolo a Ravenna
Tanto passa attraverso le piazze di una città, che siano quelle più famose od angoli nascosti che invece si svelano solo ai visitatori più curiosi ed attenti. Ravenna è colma di arte e cultura che trasuda in tutti i suoi palazzi e monumenti. La città del mosaico ospita diverse piazze che ne caratterizzano l’impianto urbanistico. Su tutte spicca Piazza del Popolo, punto di incontro da quando venne costruita dai veneziani nella seconda metà del Quattrocento: non è quindi un caso che riprenda l’esempio di Piazza San Marco a Venezia, con due colonne a delimitarne il diametro che oggi rappresentano i patroni Sant’Apollinare e San Vitale. Qui sorgono il Palazzo Comunale, conosciuto come Palazzo merlato, e il Palazzo Veneziano.

Leggi anche: Ravenna, un museo per immergersi nel mare

Si delinea invece intorno al 1852 Piazza Garibaldi, quando il Teatro Alighieri fu eretto su un terreno libero che ne delimitava così un lato. Qualche anno più tardi sul lato opposto al teatro venne inaugurata la sede della Cassa di Risparmio di Ravenna mentre, nel 1926, fu terminato il nuovo palazzo delle poste che delimita il lato nord della piazza e reca una meridiana risalente al 1880. Al centro non può che spiccare il monumento dedicato a Giuseppe Garibaldi, inaugurato nel 1892 in occasione del decennale della morte. E dopo Giuseppe non può mancare la piazza intitolata ad Anita Garibaldi, che si trova lungo il viale di accesso della stazione ferroviaria. E’ stata ricavata nel 1879 dalla demolizione di vecchie case e si caratterizza per il monumento dedicato all’eroina con 4 leoni posti agli angoli, a simboleggiare gli anni cruciali delle lotte risorgimentali (ovvero 1831, 1848, 1859, 1870) e in alto la figura femminile dalle sembianze della dea Atena che rappresenta la città di Ravenna nell'atto di porgere una corona di alloro a un soldato caduto. Nei bassorilievi in bronzo sono raffigurati due momenti della vita di Anita Garibaldi.

Scopri di più su Ravenna

La denominazione di Piazza dell’Aquila ha una storia piuttosto travagliata: sta a ricordate il giorno della presa di Porta Pia, il 20 settembre del 1870, e l’annessione di Roma al Regno d’Italia, ma fu chiamata anche Piazza della Legna, Piazza del vino e delle granelli fino anche a Foro asinaro. La colonna con l’aquila coronata, eretta nel 1609 per onorare il cardinale Catena che riattivò il porto cittadino, fa si che tutti la conoscano come Piazza dell’Aquila. Più recente è Piazza dei Caduti per la Libertà, costruita negli anni Trenta del XX secolo con il nome di Piazza del Littorio, che costituisce un luogo di accesso fondamentale d'ingresso al centro cittadino.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Emilia Romagna
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100