Cerca nel sito
Agrigento Lampedusa Nour cinema Ferragosto

Nour, il cuore di Lampedusa nei cinema a Ferragosto

Sergio Castellitto interpreta Pietro Bartolo, il medico di Lampedusa

Vision Distribution
Arriva nei cinema il 10, 11 e 12 agosto. E dal 20 disponibile anche su Sky, Nour, film in cui Sergio Castellitto interpreta Pietro Bartolo, il medico di Lampedusa. Un film ispirato a una storia vera, già raccontata nel libro Lacrime di sale che raccoglie ricordi ed esperienze dello stesso Bartolo.
 
La Nour del titolo è una bambina siriana di dieci anni che ha affrontato da sola il viaggio verso l’Europa attraverso il Mediterraneo. Cosa ci fa da sola a Lampedusa, fra i sopravvissuti a un naufragio? Pietro Bartolo se ne prende cura e, un passo dopo l’altro, cerca di ricostruire non solo il passato della bambina, ma anche il suo presente e un nuovo futuro. Il film, diretto da Maurizio Zaccaro, è stato girato nelle vere location di Lampedusa. “Questa è la storia di tantissimi bambini, con i loro sogni, perché, certo, anche loro hanno sogni come tutti - ha dichiarato Castellitto - E a Lampedusa abbiamo toccato tutti con mano una situazione davvero speciale”.
 
Girare il film nei veri luoghi era dunque necessario: "Stare con Pietro Bartolo a Lampedusa, fare con lui i sopralluoghi, è stata un'esperienza che ha indiscutibilmente lasciato in me un segno importante - ha detto il regista -  Lontano dai riflettori e dai palchi dei suoi interventi pubblici di grande impatto emotivo, ho scoperto un uomo forte e tenace. Abbiamo parlato a lungo di tutto e alla fine sono tornato a casa ancora più convinto che il nostro mondo ha bisogno di persone così: esseri umani che insegnino ad altri esseri umani la compassione e il rispetto per chi è in difficoltà come i migranti che, per guerre o carestie, decidono di attraversare il Mediterraneo a rischio della loro stessa vita”. 
 
Guarda il trailer del film: 


 
Il regista ha continuato: “Pietro Bartolo non è un 'attivista', non si muove al di fuori delle regole costituite. È solo un medico della ASL, l’unico di Lampedusa. Come tale compie la sua quotidiana missione fra la gente che abita sull’isola e fra chi su quell’isola (che a volte sembra Alcatraz) arriva. Il film si basa su questa quotidianità apparentemente senza tempo e spazio, dove un medico non si può porre la domanda se chi sta per salvare sia un’anima semplice o un’anima nera. Per lui è solo un’anima, un 'cristiano' come si dice da quelle parti”.

Leggi anche: Lampedusa, Spiaggia dei Conigli, la più bella d'Europa
 
Le riprese a Lampedusa sono durate quattro settimane: “Ho dovuto trovare una forma e alla svelta, non potevo permettermi di fare come Gianfranco Rosi che è stato un anno sull'isola - ha dichiarato Zaccaro - Noi avevamo un budget diverso. Gli abitanti di Lampedusa ci hanno aiutato, coinvolgerli ha sciolto ogni diffidenza. Quelle situazioni non le crei se non sei immerso totalmente".

Pietro Bartolo, ora impegnato in politica e nell'attività di sensibilizzazione, ha dichiarato: "Da medico su quel molo non cambiava nulla, così sono entrato in politica perché credo nella buona politica. Mi sento sempre in colpa, responsabile di quello che sta succedendo perché non riesco a raccontare ciò che ho visto. Spero che il film ci aiuti a capire che serve un approccio più umano, con la mente e col cuore”. 

Leggi anche: Lampedusa, il Paradiso del pescatore

Nour, nei cinema per soli tre giorni, il 10, 11 e 12 agosto, è distribuito da Vision Distribution. 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati