Cerca nel sito
Noli attrazioni e Chiesa di San Paragorio

Noli, San Paragorio gioiello architettonico della Liguria

Dichiarata monumento nazionale, la ex cattedrale del borgo ligure è un complesso monumentale posto al di fuori della cinta muraria

San Paragorio
© di Davide Papalini - Opera propria. Con licenza CC BY-SA 2.5 tramite Wikimedia Commons -
Noli, San Paragorio
Incastonata in una splendida baia delimitata da Capo Noli e punta Vescovato, il tipico paesino medievale di Noli, in provincia di Savona, risulta essere uno dei più interessanti e caratteristici insediamenti storici del Ponente Ligure. Il suo passato di Repubblica Marinara dona alla località un fascino del tutto particolare, con torri, palazzi e la cinta muraria che sale all'antico Castello di Monte Orsino che domina il paesaggio. Tra le numerose attrazioni cittadine sfilano la Torre Comunale, la Loggia della Repubblica, la Torre di Papone, il Palazzo Vescovile, la Torre del Canto, il Palazzo Medievale e Porta di San Giovanni.
 
 
Tra gli edifici religiosi, oltre alla Chiesa di Nostra Signora delle Grazie, alla Chiesa di San Pietro, all'Oratorio di Sant'Anna in stile barocco, un posto di rilievo lo occupa la Chiesa di San Paragorio, che fu Cattedrale dal 1239 al 1572, la cui costruzione prevalentemente romanica del secolo XI o XII è uno dei gioielli architettonici della Liguria. Restaurata nel 1889/90 fu dichiarata monumento nazionale nel 1890 e si trova fuori le mura storiche di Noli. L'architettura è caratterizzata dalle aperture a doppia strombatura, a forma di croce nella cuspide del corpo centrale, e dalla decorazione a lesene e archetti pensili, al di sopra dei quali, nell'abside maggiore, sono murati dieci bacili ceramici islamici: quest'ultimi sono una decorazione molto particolare, forse la prima di questo genere in Italia settentrionale, costituita da una sorta di catini, in ceramica, dipinti normalmente con diversi colori. 
 
 
Per accedere all'interno della chiesa bisogna attraversare un grazioso portale trecentesco a fasce bianche e nere protetto da un portico in pietra e laterizi, posto lateralmente. L'ingresso è affiancato a sinistra da due tombe del tipo ad arcosolio, ovvero inserite in una nicchia sormontata da un arco, ed a destra da una tomba in marmo e ardesia, datata 1272, che trova la compagnia di quattro sarcofagi paleocristiani in pietra del Finale. L'interno, armonico e semplice, è tipico dell'architettura romanica: le due navate laterali sono coperte da volte a crociera e la navata centrale si presenta con soffitto ligneo. Il presbiterio rialzato è impreziosito da tre alte nicchie decorate con affreschi tardo quattrocenteschi che raffigurano un Crocifisso e i santi Pietro e Paolo, al di sotto delle quali è dipinto un finto tendaggio. Sotto al presbiterio due scalinate conducono alla suggestiva cripta. Tra le altre opere preziose custodite spiccano il crocifisso ligneo policromo della fine del XII secolo, di origine orientale, e l'interessante lastra sepolcrale in ardesia e marmo bianco di forma circolare, unica in Liguria, collocata sotto il pulpito.
 
Scopri gli altri MONUMENTI D'ITALIA 
 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati