Cerca nel sito
Monumenti Italia Abbazia di Cerrate Puglia Salento

Nella campagna del Salento spicca l’Abbazia di Cerrate

Uno splendido esempio di romanico pugliese con una storia leggendaria

Abbazia di Cerrate
Di Marzoide88 di Wikipedia in italiano - Trasferito da it.wikipedia su Commons da Istvánka utilizzando CommonsHelper., CC BY-SA
Abbazia di Santa Maria a Cerrate
Se vi trovate a fare le vacanze in Puglia, in particolare nel Salento, non potete escludere una visita a Lecce e alle sue meraviglie artistico-architettoniche. Ma anche nella sua provincia si trovano forse meno note ma incredibilmente pregevoli opere di architettura, esempi storici di un valore artistico che la regione ha da offrire ai suoi visitatori. Tra questi c’è l’Abbazia di Santa Maria a Cerrate, un meraviglioso esempio di romanico pugliese sotto tutela del FAI – Fondo Ambiente Italiano.

LEGGI ANCHE: 5 ITINERARI ALL'INSEGNA DELL'ARTE IN SALENTO
 
L’abbazia ha una storia molto antica, addirittura leggendaria. Pare infatti che fu per un’apparizione della Madonna a Tancredi d’Altavilla che sorse un santuario in questo punto. Più probabilmente la sua fondazione risale al dominio normanno, intorno all’anno 1000, come sede di un gruppo di monaci basiliani di origine greca, riparatisi in Salento per sfuggire alle persecuzioni di Bisanzio. Negli anni il monastero si ampliò sino a diventare l’imponente complesso che è oggi. Nel 1500 era una struttua ampia, articolata, con chiesa, alloggi, mulini, frantoi, stalle. Un complesso religioso, con annessa biblioteca e scriptorium, ma anche un importante centro della vita rurale. Furono i saccheggi dei pirati turchi a farlo cadere in rovina nel 1700, fino a che la Provincia di Lecce si occupò di far tornare l’abbazia all’antico splendore grazie ad ingenti lavori di restauro. 

LEGGI ANCHE: OTRANTO, COSA NASCONDE LA CATTEDRALE DEL MOSAICO
 
La facciata risale ad un periodo datato tra il XI secolo e il XII. Il portale è sormontato da bassorilievi di grande prestigio e ottima qualità, che riproducono scene del Nuovo Testamento. Sul fianco sinistro, un porticato con colonne e capitelli decorati da elementi mitologici, mentre l’interno era un tempo completamente affrescato (oggi è visibile solo parzialmente). Di valore anche gli altari interni, risalenti al XVII secolo, di cui uno con baldacchino del 1266. Per visitare la splendida Abbazia di Santa Maria di Cerrate occorre percorrere la strada provinciale che collega Squinzano a Casalabate, dal mercoledì alla domenica dei mesi estivi. Oltre alle visite guidate classiche, è possibile seguire i lavori di restauro attualmente in corso. 
 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Puglia
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati