Cerca nel sito
Venezia arte Museo di Murano 2015 collezioni

Murano, l’arte del vetro in un museo unico al mondo

Pezzi rari e nuovi servizi per il pubblico: il Museo del Vetro si prepara a riaprire i battenti svelando i suoi tesori di inestimabile valore

Vaso
© Fondazione Musei Civici di Venezia 
Vaso smalti opachi con aironi, Museo del Vetro Murano
In molti stanno aspettando con impazienza la data del 9 febbraio, quando riaprirà al pubblico il Museo del Vetro di Murano completamente trasformato, con spazi espositivi quasi raddoppiati, un progetto museografico totalmente rinnovato, allestimenti e percorsi ridisegnati che consentono ai visitatori di cogliere gli snodi chiave dell’avventura del vetro a Murano e di godere appieno dei capolavori  che qui sono custoditi, in molti casi pezzi rari ed unici. E poi nuovi servizi per il pubblico, l’abbattimento delle barriere architettoniche, la messa in opera di due ascensori, la possibilità di esporre parti della collezione finora rimaste nei depositi e di realizzare eventi legati anche alla creatività più attuale.

Guarda le foto SPECCHI VENEZIANI, LUSTRO ARTIGIANALE

Ecco quindi che l’isola e l’intera Laguna si preparano ad una grande festa per celebrare questa importante realtà locale, uno dei dodici musei della Fondazione Musei Civici di Venezia, che è probabilmente l’unico luogo al mondo dove l’arte del vetro è raccontata fin dalle sue origini. Il percorso espositivo, infatti, mostra esempi di vetri romani tra il I e il III secolo d.C. e creazioni del Rinascimento, fino ai virtuosismi innovativi del Settecento che anticipano l’insperata rinascita del vetro alla fine del XIX secolo e le sperimentazioni del Novecento. Il Museo nasce nel 1861 su iniziativa di Antonio Colleoni, allora sindaco di Murano e dell’abate Vincenzo Zanetti, cultore di arte vetraria, con l’idea di istituire un archivio di testimonianze sulla storia e la vita dell’isola.

Leggi anche: SCOPRI I TESORI DELLA CHIESA PIU' PICCOLA DI VENEZIA

Grazie a numerose donazioni di vetri antichi e contemporanei da parte delle fornaci di  Murano, sull’archivio prende il sopravvento il museo, che nel 1862 annette anche una scuola dove i vetrai studiano disegno e i vetri del passato. Dopo l’annessione di Murano al Comune di Venezia nel 1923, il museo entra a far parte del patrimonio della città, le collezioni vengono riordinate nel 1932 e arricchite con i vetri di altre raccolte civiche veneziane. Il museo acquisisce così preziosi pezzi rinascimentali e in seguito, grazie a depositi della Soprintendenza archeologica, anche un importante nucleo di vetri antichi provenienti da scavi. Acquisti e donazioni continuano nel tempo a incrementare le collezioni, anche di opere contemporanee.

Leggi anche: MURANO: BELLEZZE ALLO SPECCHIO

Ora gli ambienti restaurati del complesso industriale sono diventati un fascinoso white cube, che mantiene però le linee architettoniche del preesistente edificio e che coniuga la luce artificiale con quella naturale, proveniente dall’affaccio sulla Fondamenta Giustinian. Questo spazio, in cui sono esposte circa cinquanta opere scelte dall’età romana al Novecento, introduce al mondo del vetro, esemplificando in maniera suggestiva le tappe salienti della storia vetraria di Murano e le evoluzioni tecnico-stilistiche che l’hanno accompagnata. Con il suo open space e i sette metri d’altezza, il nuovo volume è anche destinato a ospitare, al piano terra, mostre ed eventi temporanei. Il percorso vero e proprio si dipana al primo piano nobile: l’ingresso di forte impatto è sul sontuoso salone centrale, o portego, un grande ambiente intitolato agli antichi Maestri muranesi, espressione della produzione vetraria dal Trecento a tutto il Seicento, l’età d’oro del vetro di Murano. Tantissime sono le opere eccezionali qui esposte, i manufatti con stemmi dogali o papali, creazioni famose come il cesendello decorato a embrici e oro, caratteristica lampada pensile foggiata su modelli orientali, e pezzi unici quale la celeberrima Coppa Barovier, databile tra il 1470 e il 1480, uno dei vetri più antichi al mondo tra quelli decorati a smalti policromi fusibili.

Leggi anche: MURANO, L'ISOLA DEL VETRO

Dal salone, prima di proseguire verso i manufatti del XVIII secolo, si può ammirare una parentesi dedicata ai vetri d’epoca romana. Nella sala dedicata a “Le origini”, nicchie illuminate dall’interno rivelano gli antichi vetri rinvenuti negli scavi e nelle necropoli di Enona, Asseria e Zara, mentre lungo le pareti sono allineate antichissime olle funerarie. Seguono le mode e la creatività del Settecento, con il complesso Trionfo appartenuto alla famiglia Morosini, gli originalissimi fixés sous verre, che presentano scene d’ambiente veneziano, e alcuni notevoli specchi muranesi, eccellenza della produzione dell’isola. E ancora i soffiati in calcedonio, le murrine, la produzione a filigrana, fino alle opere di design moderno e contemporaneo, per un excursus unico che rappresenta una testimonianza di grande valore tra i tesori lagunari.

FOTO: I 10 IMPERDIBILI MUSEI DI VENEZIA

Informazioni
Museo del Vetro
Fondamenta Giustinian 8, Murano (Venezia)
Orario
dal 1 aprile al 31 ottobre, 10.00 – 18.00 (biglietteria 10.00 – 17.00)
dal 1 novembre al 31 marzo, 10.00 – 17.00 (biglietteria 10.00 – 16.00)
aperto tutti i giorni, escluso 25 dicembre e 1 gennaio e 1 maggio
Vaporetto
linea 4.1/4.2/3 - fermata Murano Museo
Informazioni e prenotazioni
www.visitmuve.it
info@fmcvenezia.it
Biglietti
Intero 10,00 euro
Ridotto 7,50 euro Ragazzi da 6 a 14 anni; studenti dai 15 ai 25 anni; accompagnatori (max. 2) di gruppi di ragazzi o studenti; cittadini over 65 anni; personale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo (MiBACT); titolari di Carta Rolling Venice; soci FAI: Gratuito
Residenti e nati nel Comune di Venezia; bambini da 0 a 5 anni; portatori di handicap con accompagnatore; guide autorizzate e interpreti turistici che accompagnino gruppi o visitatori individuali; per ogni gruppo di almeno 15 persone, 1 ingresso gratuito (solo con prenotazione);
membri ICOM; volontari Servizio Civile; partner ordinari MUVE; possessori MUVE Friend Card; membri Venice International Foundation
Offerta Famiglie Biglietto ridotto per tutti i componenti Per famiglie composte da due adulti e almeno un ragazzo (dai 6 ai 14 anni)
Offerta Scuola 4,00 euro a persona (valida nel periodo 1 settembre – 15 marzo) per classi di studenti di ogni ordine e grado accompagnate dai loro insegnanti, con elenco dei nominativi compilato dall’Istituto di appartenenza.

*****AVVISO AI LETTORI******  
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Veneto
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati