Cerca nel sito
Patrimoni Unesco Italia: Monte San Giorgio

Monte San Giorgio, tra i fossili dell'Unesco

I fossili rinvenuti sul monte tra Lombardia e Svizzera sono una straordinaria testimonianza del Triassico Medio

Lago di Lugano con Monte San Giorgio
©iStockphoto
Lago di Lugano e il Monte San Giorgio
Situato a sud del Lago di Lugano, a cavallo tra Lombardia e Svizzera, il Monte San Giorgio è un massiccio montuoso a forma di piramide. La parte italiana è entrata nella Lista del Patrimonio Naturale Mondiale dell’Unesco dall’agosto del 2010, grazie alla sua storia geologica e alle migliaia di fossili che sono stati rinvenuti e che hanno permesso di studiare l’evoluzione di alcune specie animali e vegetali,  testimonianza dei principali periodi dell’evoluzione della terra. Il Monte San Giorgio rappresenta l’area che, singolarmente, testimonia meglio la vita marina durante il Triassico Medio presentando anche resti di organismi terrestri. I fossili sono spesso completi e perfettamente conservati e per questo il sito è il principale riferimento su scala mondiale per tutti gli studi paleontologici.

Leggi anche: Italia, i Patrimoni Unesco ad alta quota

Cinque diverse formazioni  fossilifere raccontano, in successione, l'evoluzione del clima e della vita lungo un arco temporale di circa 15 milioni di anni. I reperti documentano la vita in quella che all'epoca era una laguna di ambiente tropicale, protetta e parzialmente separata dal mare aperto da una sottile barriera corallina. L’importanza dei sedimenti di Monte San Giorgio è data soprattutto perché tra essi vi sono anche quelli di origine marina rispetto agli altri siti di pari importanza che offrono principalmente fossili terrestri. Durante il Triassico il fondo marino stagnante e povero di ossigeno della laguna creò un ambiente favorevole alla conservazione dei resti degli animali che vi abitavano, fra cui rettili, pesci, bivalvi, ammoniti, echinodermi e crostacei.

La vicinanza alla terraferma, tuttavia, arricchì il campionario con numerosi fossili di specie terrestri: ecco, dunque, che sono venuti alla luce rettili, piante e insetti ed un esemplare unico di scheletro di arcosauro, il Ticinosuchus. Tra i circa 21 mila esemplari figurano 30 specie di rettili, 80 specie di pesci e circa 100 specie di invertebrati, oggetto di studio sia in territorio italiano che svizzero. In provincia di Varese, a Besano, si trova il Museo Civico dove si possono ammirare i fossili di Monte San Giorgio: la palazzina ospita i più importanti reperti suddivisi in 5 sale, affiancati da calchi e originali di molti rettili marini come quello di Besanosaurus, un ittiosauro di circa 6  metri. 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione
Seguici su:
Monumenti nelle vicinanze
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100