Cerca nel sito
In Piazza Castello a Milano sorge il Castello Sforzesco che ospita musei

MIlano, quello che c'è da sapere sul Castello Sforzesco

Uno degli edifici più emblematici della città lombarda, custode di tante opere d’arte

istockphoto.com
Castello Sforzesco di Milano
Il Castello Sforzesco è uno degli edifici più emblematici di Milano e accoglie molti meravigliosi ed interessanti musei della città. Per secoli i Milanesi lo hanno considerato simbolo di tirannide e dominio straniero. Più volte, in una lunga storia, i cittadini hanno tentato di attaccare e demolire l’odiato edificio. Solamente con l’Unità d’Italia, trasformandosi in un centro di cultura, ricco di storia e di arte, il Castello è diventato caro ai Milanesi e simbolo della città.

ARTE NEL CASTELLO SFORZESCO

Solo per darvi un’idea della ricca offerta artistica che questo meraviglioso edificio offre ai suoi visitatori, vi elenchiamo di seguito sinteticamente i musei ospitati al suo interno. Ci sono: il Museo Archeologico - Sezione Preistoria e Protostoria e Sezione Egizia; il Museo dell’Arte Antica; la Pinacoteca; il Museo d’Arti Decorative; il Museo degli Strumenti Musicali; il Museo del Mobile e delle Sculture lignee. Oltre ai musei citati, si possono visitare anche questi spazi espositivi: il Museo Pietà Rondanini, il Gabinetto Numismatico e delle Medaglie, la Sala delle Asse di Leonardo da Vinci, il Gabinetto dei Disegni e la Raccolta delle Stampe “Achille Bertarelli”.

Da Milano a Bergamo, alla scoperta di Caravaggio

L’EDIFICIO

Nel corso dei secoli il Castello e le sue difese hanno coinvolto e appassionato diversi progettisti e architetti, tra cui Leonardo da Vinci, chiamato a Milano da Ludovico il Moro nel 1482. Da un punto di vista squisitamente architettonico, le parti più interessanti dell’edificio sono senz’altro le difese del Castello, le Torri e le merlate, i cortili e gli ambienti di origine sforzesca.

Il simbolo di Milano per il suo profilo immediatamente riconoscibile, è comunque, sicuramente, la Torre del Filarete, che deve il suo nome all’architetto rinascimentale Antonio Averulino detto il Filarete, il quale la progettò nel 1452. Inventò una torre elegante con delicati inserti marmorei, ma questi furono eseguiti da architetti lombardi meno fantasiosi del toscano. Neanche un secolo dopo, nel giugno 1521 la torre, divenuta deposito di polvere da sparo, crollò. Quella attuale è il risultato di un’appassionata ricerca dell’architetto Luca Beltrami sui documenti e sulle fonti iconografiche, per ricostruirne l’aspetto rinascimentale. Lo stesso vi inserì un orologio nel corpo cubico più in alto, ornato da un sole raggiante ispirato alle insegne sforzesche. Commissionò poi allo scultore Luigi Secchi la statua di Sant’Ambrogio nella nicchia, ispirata allo stile scultoreo della seconda metà del Quattrocento.

UNA CHICCA DA NON PERDERE

Collocata nel parco nel 1973 nell’ambito del progetto “Contatto Arte-Città” realizzato per la XV Triennale di Milano, una chicca da non perdere durante la visita agli splendidi giardini del Castello Sforzesco è la fontana Bagni Misteriosi, che rappresenta la più grande opera scultorea di Giorgio De Chirico.

INFORMAZIONI

Castello Sforzesco
Piazza Castello - 20121 Milano
Info Point tel. 02.88463700
Biglietteria Musei tel. 02.88463703
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100