Cerca nel sito
Associazione Dimore Storiche Italiane: Masseria San Germano

Masseria San Germano, i più bei panorami lucani

Ai piedi del borgo di Acerenza un'antica masseria incanta con paesaggi straordinari

Esterno
©Associazione Dimore Storiche Italiane
Veduta esterna della Masseria San Germano
C’è un borgo lucano, non distante da Matera, che accoglie i visitatori a 833 metri di altitudine abbarbicato su una montagna, che sembra emergere da essa: si tratta di Acerenza, in provincia di Potenza, inserito nel circuito dei Borghi più Belli d’Italia grazie al fascino unico che sprigiona la sua posizione e le sue architetture affascinanti. Andando più a valle si incontra l’Azienda Agricola San Germano, situata in Agro di Acerenza su 120 ettari di cui 11 occupati da un bosco di querce. La masseria si nota in lontananza, sia per la sobrietà che per l’imponenza.

Leggi anche: Acerenza, scorci romantici e leggendari misteri

Risalente al XVII secolo, è stata costruita in pietra e si svolge su tre piani: il primo ed il secondo destinati ad abitazione ed il piano terra occupati da servizi e uffici. In origine c’erano i magazzini utilizzati come deposito del grano e scuderie. Dopo il terremoto del 1980 la struttura è stata restaurata con un progetto che ne ha restituito l’originaria bellezza. Dall'antico portone in ferro battuto con porte ad ante ridotte si accede all’ampio ingresso: una scala immette a metà altezza in un locale dispensa munito di oblò di aerazione dove originariamente venivano lasciati ad essiccare i prodotti alimentari. La scala termina dinanzi ad una porta d'accesso che si apre su un grande soggiorno con camino: affacciandosi dal balcone si può ammirare il panorama che abbraccia il paese di Acerenza ed il fiume Bradano. Le numerose camere da letto con le ampie stanze da bagno si susseguono una dopo l’altra.

Sul lato ovest del fabbricato si incontra un secondo portone che permette di accedere al primo piano tramite una scala a forma semicircolare. Su questo lato il piano terra è occupato da un locale principale, dove un tempo era situato un grande forno a legna per la panificazione, e da stanze di dimensioni più ridotte che, con tutta probabilità, erano cucina e lavatoi collegati tra loro da una serie di piccoli corridoi. La masseria è di proprietà della famiglia Schiavone Panni, che la abita per alcuni mesi all’anno continuando a gestire, ormai da quasi 500 anni, i fondi situati nella valle ai piedi del borgo di Acerenza. I Panni, antica famiglia locale, acquistarono il feudo di Acerenza per 21.500 ducati alla fine del Seicento. La famiglia si estinse con Vincenzo Panni, che nel 1921 con apposito decreto di adozione trasferì il cognome e la proprietà ad Alfredo, figlio della sorella Maria Francesca, sposata con Vincenzo Schiavone.

La Masseria San Germano fa parte dell’Associazione Nazionale Dimore Storiche
L’Associazione Dimore Storiche italiane, Ente morale riconosciuto senza fini di lucro, è l’associazione che riunisce i titolari di dimore storiche presenti in tutta Italia. 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Basilicata
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100