Cerca nel sito
Associazione Dimore Storiche Italiane: Rocca Isolani

Magie del Trecento nella Rocca vicino Bologna

Cornice ideale per matrimoni, la trecentesca Rocca Isolani offre atmosfere fiabesche

Scorcio di Rocca Isolani
©Associazione Dimore Storiche Italiane
Rocca Isolani, scorcio dal parco
Splendide sale affrescate, un parco vastissimo, uno scenario suggestivo che incanta come durante il periodo rinascimentale. Per vivere tutto questo basta recarsi in Emilia Romagna nel comune di Minebrio, non lontano da Bologna. E’ qui che si trova Rocca Isolani, una dimora storica del 1300, che venne ricostruita un secolo dopo in seguito a un grave incendio causato da Niccolò Piccinino, capitano di ventura. Nel 1527 venne saccheggiata e in parte incendiata dai Lanzichenecchi imperiali, durante la loro marcia verso Roma, per poi venire ampliata con la Villa adiacente e riedificata per ospitare l’imperatore Carlo V nel 1530, in occasione della sua incoronazione a Bologna.

Leggi anche: Bologna, cosa nasconde il coro ligneo di San Domenico

Si deve ai lavori del 1536 un’ulteriore valorizzazione di un elegante colombaia sul retro, progettata forse dal Vignola. E di pochi anni più tardi, tra il 1538 e il 1542, la realizzazione degli affreschi di Amico Aspertini in ben tre ambienti della Rocca: la Sala di Marte, la Sala dell’Astronomia e la Sala di Ercole. Per inquadrare meglio il periodo storico bisogna fare un salto indietro nel tempo, quando  nel 1270 Gualtiero da Nicosia, dell’antica famiglia Lusignani di Cipro, si recò a Bologna per motivi di studio. Durante il soggiorno sposò una nobile fanciulla bolognese e da questa unione ebbe inizio la casata degli Isolani. Famiglia di mercanti, principalmente di seta, gli Isolani si affermarono ben presto sullo scenario politico ed economico bolognese.

Nei primi anni del 1400 Jacopo Isolani, già membro del Consiglio Generale e partecipe del Collegio dei dottori della città, fu nominato da papa Giovanni XXIII cardinale diacono e gli furono dati i poteri di vicario generale dello Stato Pontificio ottenendo così grande influenza a Bologna e non solo. L’importanza della famiglia crebbe ulteriormente, cosi come la sua ricchezza e i possedimenti, finendo per essere proprietari di diversi palazzi tra cui Rocca Isolani, che oggi si presenta come luogo ideale sopratutto per ospitare matrimoni, data l’atmosfera da favola di cui è ancora impregnata. Ma è spesso utilizzata anche per convention, congressi e concerti grazie non solo agli splendidi saloni interni, agli ampi loggiati e alla Corte Rinascimentale che si estende per oltre 450 mq. 

Rocca Isolani fa parte dell’Associazione Nazionale Dimore Storiche
L’Associazione Dimore Storiche italiane, Ente morale riconosciuto senza fini di lucro, è l’associazione che riunisce i titolari di dimore storiche presenti in tutta Italia. 
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Emilia Romagna
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100