Cerca nel sito
Patrimoni Unesco Italia: L'Opera dei Pupi siciliani

L'Unesco in Sicilia brilla con l'Opera dei Pupi

Il Teatro delle Marionette siciliane è Patrimonio Immateriale dell'Umanità

La lavorazione artigianale dei Pupi siciliani
www.comune.catania.it
Pupi Siciliani di Catania
Per patrimonio culturale non si intendono solo monumenti e collezioni di oggetti, ma anche tutte le tradizioni vive trasmesse dalle generazioni precedenti alle nostre. Ecco come espressioni orali, incluso il linguaggio, le arti dello spettacolo, le pratiche sociali, i riti e le feste, la conoscenza e le pratiche concernenti la natura e l’universo oltre che l’artigianato tradizionale diventano un fondamento per mantenere la diversità culturale. Tutto questo è compreso nel Patrimonio Culturale Immateriale dell’Unesco, che in Italia comprende anche l’Opera dei Pupi siciliani, ovvero il Teatro delle Marionette Siciliane. Proclamata il 18 maggio 2001 e successivamente iscritta nel novembre 2008, questa forma di teatro di marionette affonda le proprie origini alla metà dell’Ottocento e vanta caratteristiche uniche di tradizione teatrale.

Leggi anche: La Sicilia dei Pupari

Il repertorio dell’Opera risale, attraverso una trasmissione orale quasi ininterrotta, al ciclo carolingio delle Chansons de geste antico-francesi. Si trasmette ancora oggi oralmente da maestro ad apprendista all’interno di compagnie di pupari in gran parte a gestione familiare. Le marionette, le cui tipologie maggiori sono la palermitana e la catanese, risultano essere un prodotto artigianale di straordinaria fattura, le cui tecniche di confezionamento e la cui iconografia sono anch’esse affidate alla trasmissione informale all’interno delle botteghe artigiane. A tutto questo si aggiunge la fondamentale funzione sociale che l’Opera dei Pupi svolgeva all’interno delle comunità: parte dello spettacolo, infatti, era lasciata alla libera improvvisazione del puparo, che spesso sceglieva di dare voce alle istanze sociali, alle tensioni storiche, agli umori della popolazione. Storiche sono rimasti gli spettacoli che, nella seconda metà dell’Ottocento, vedevano protagonista Giuseppe Garibaldi che faceva il suo ingresso trionfale accanto a Carlo Magno e ai suoi paladini.

Scopri di più sulla SICILIA con STILE.IT

I burattinai, quindi, raccontato storie basate su fonti bibliografiche cavalleresche medievali, sui poemi italiani del Rinascimento, sulle vite dei santi e storie di banditi famosi. Le due principali scuole di marionette siciliane di Palermo e Catania si distinguevano principalmente per le dimensioni e la forma dei burattini, le tecniche di funzionamento e la varietà dei fondali dei palchi molto colorati. L’Opera dei Pupi è l’unico esempio di una tradizione ininterrotta di questo tipo di teatro: purtroppo il turismo moderno ha contribuito a ridurre la qualità delle prestazioni, che in precedenza erano rivolte solo al pubblico locale.
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Sicilia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100