Cerca nel sito
Carnevale in Italia feste cerimonie

Le stranezze dei Carnevali italiani più famosi

Il Volo dell'Angelo dal campanile di piazza San Marco a Venezia è un must certo noto ai più. Ma dal Nord al Sud d'Italia le usanze del Carnevale sfoggiano fantasia e creatività.

Venezia Volo dell'Angelo 2009 Margherita Missoni
©La Presse
Se uno degli appuntamenti più famosi del Carnevale di Venezia (guarda le foto) è lo storico Volo dell’Angelo - quando sulle teste di migliaia di maschere affollate in piazza San Marco vola calandosi dal campanile un personaggio famoso (per l’edizione di questa’anno l’angelo è Bianca Brandolini d'Adda) - e di quello di Ivrea è la battaglia delle arance, poco si conosce degli eventi più particolari dei diversi carnevali sparsi lungo la Penisola.

Leggi anche: I PIU' BEI CARNEVALI DEL SUD ITALIA 

Roma, per esempio, celebra questa manifestazione rilanciando la tradizione del carnevale romano che prevedeva una parata di cavalli e cavalieri in via del Corso e in piazza Navona, fuochi d’artificio barocchi e spettacoli teatrali itineranti.

Tra i carrugi della vecchia Genova (guarda le foto) si tiene quest’anno la caccia al tesoro mascherato. Bisogna individuare e fotografare tra la folla presente allo spettacolo Zena Carnavao e alla Grande Sfilata la maschera di Ondina; chi riuscirà a farlo dovrà portare la foto sul palco e riceverà un premio speciale.

Si svolge, invece, ad Acqualagna, (in provincia di Pesaro Urbino) il Carnevale del tartufo, l'unico appuntamento dove i carri delle maschere lanciano i tartufi, un modo per far conoscere a tutti una delle specialità tipiche della zona.

Sull'Appennino toscano, ma a pochi chilometri dalla Romagna, si trova Palazzuolo sul Senio, che quest’anno organizza la prima Festa dei Folli, la rappresentazione dell’antico Carnevale Medievale. Tra le strade del borgo si potrà osservare l’incedere maestoso del re del Carnevale, colui che rappresenta lo spirito della festa.

Di tradizione antica è il Carnevale di Santa Croce sull’Arno (in provincia di Pisa) che vede protagonisti e avversari i 4 gruppi storici del paese: La Lupa, Gli Spensierati, Il Nuovo Astro e La Nuova Luna che si sfidano al carro allegorico più bello.

Ai piedi del Gran San Bernardo, in Val d'Aosta, secondo la tradizione popolare si festeggiano i Carnevali dei 10 paesi della Coumba Freida, la Valle Fredda. Le feste sono ispirate al passaggio dei soldati di Napoleone Bonaparte nel maggio del 1800 e per questo molti figuranti sfilano per le strade vestiti da Landzette, con le divise napoleoniche ironicamente rivisitate per l'occasione in versione gogliardica.

Altrettanto antico è anche il Carnevale dei Figli di Bocco a Castiglion Fibocchi in provincia di Arezzo. Per le strade della città sfilano tantissime maschere ispirate alla fantasia o a miti e leggende del luogo che vogliono evocare in chi le guarda mondi fantastici e onirici.

Link utili
www.carnevale.venezia.it
www.carnevale.roma.it
www.genovaurbanlab.it
www.acqualagna.com
www.palazzuolo.it
www.carnevalesantacrocese.it


Saperne di più su CULTURA
Correlati per territorio
Seguici su:
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati