Cerca nel sito
Associazione Dimore Storiche Italiane: Castello degli Odescalchi Santa Marinella

Lazio, a Santa Marinella matrimoni tra cielo e mare

Il Castello degli Odescalchi è una struttura principesca affacciata sul mare

Veduta del Castello con il giardino
©Associazione Dimore Storiche Italiane
Veduta del parco
A poca distanza da Roma la località di Santa Marinella è una rinomata destinazione balneare che si adagia tra belle spiagge, scogliere e diversi siti di grande rilevanza storico-archeologica. Lungo la Via Aurelia, proprio nel centro storico della cittadina, si trova il Castello degli Odescalchi, ubicato a strapiombo sul mare nella parte più antica del borgo. La struttura faceva parte del sistema delle rocche difensive marittime della Santa Sede e si offre ai visitatori come rilevante esempio di architettura militare utilizzata per proteggere la campagna romana dalle possibili aggressioni di Saraceni e pirati. Ha assolto tale funzione nonostante i molteplici passaggi di proprietà con i Signori di Vico, gli Anguillara, gli Orsini, i Barberini fino ad arrivare ad essere acquistato dall’Ospedale del Santo Spirito in Sassia.

Leggi anche: Lazio, fascino d'altri tempi al Castello di Torre in Pietra

Fu nel 1887, però, che mutò radicalmente la sua storia, quando, venute meno le esigenze di protezione della costa, fu acquistato all’asta dal Principe Baldassare Odescalchi assieme ai 500 ettari di terreno che dominava, inclusi la chiesetta antistante ancora esistente, l’osteria ed alcune abitazioni di braccianti e pescatori. Al lungimirante Principe Baldassare venne l’idea di sfruttare la posizione elevata rispetto al livello del mare, l’esposizione a sud-est, la protezione della fascia costiera operata dai Monti della Tolfa, il clima mite in tutte le stagioni, per creare attorno al castello uno dei primi centri di villeggiatura moderni, trasformando il piccolo abitato in una elegante stazione balneare d’élite. Tanto che Santa Marinella, negli Anni Cinquanta, divenne una meta amata e frequentata da star del cinema come Totò, Alberto Sordi, Anna Magnani, Marcello Mastroianni, Vittorio Gassman ma anche Ester Williams, Roberto Rossellini e Ingrid Bergman, Rock Hudson e Gregory Peck fini ai sovrani d’Egitto Faruk e Narimane che trascorsero qui il proprio esilio.

Furono gli anni in cui il castello si trasformò in un confortevole palazzo signorile per diventare, oggi, location da favola per matrimoni ed eventi. Il parco è stato progettato tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo incrementando la vegetazione spontanea e curando gli aspetti naturali già preesistenti. Importante è la presenza di pini marittimi e di una varietà notevole di palme, unite ad agavi ed arbusti tipici della macchia mediterranea come ligustro, olivo selvatico, e pitosforo. Il Principe Baldassare era solito viaggiare anche in Sud America da cui portò i giganteschi cactus che ornano vari angoli del giardino. e che in estate regalano bellissime fioriture. 

Il Castello degli Odescalchi fa parte dell’Associazione Dimore Storiche Italiane 
L’Associazione Dimore Storiche italiane, Ente morale riconosciuto senza fini di lucro, è l’associazione che riunisce i titolari di dimore storiche presenti in tutta Italia
Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione Lazio
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati