Cerca nel sito
Torre di Belem Castello di Lisbona Patrimonio Unesco in Portogallo

La torre di Belem, simbolo di Lisbona

Alla scoperta della magnifica torre di controllo dichiarata Patrimonio Unesco

istockphoto.com
Torre di Belem
LA TORRE DI BELEM

Si staglia orgogliosa nel cielo portoghese la splendida Torre di Belém, simbolo di Lisbona. Questa vecchia torre di controllo, dichiarata patrimonio dell'Unesco, è un gioiello architettonico del regno di Manuel I. Esemplare architettonico di straordinaria bellezza, fonde armoniosamente elementi gotici, bizantini e manuelini. Chiamata anche torre di Betlemme o torre di San Vincenzo, è un bastione di 30 metri con quattro piccole torri.

UN SIMBOLO DEL PORTOGALLO

La torre di Belem può essere considerata anche il simbolo non solo della città di Lisbona, ma del Portogallo intero nell’epoca delle grandi scoperte. Maestosa ed elegante, è uno dei monumenti più visitati della capitale. Ammirata dall’esterno è assolutamente incantevole, ma si può anche visitare all’interno, per scoprire curiosità e dettagli sulla sua storia centenaria. Bisogna però tenere a mente che fu costruita a scopo difensivo. Non bisogna quindi aspettarsi sale riccamente decorate, che ripropongono lo sfarzo della facciata. Internamente troveremo infatti sale funzionali pensate per scopi militari che si affacciano sul fiume, regalando una piacevole vista.

LISBONA, UNA CITTA' DA SCOPRIRE

VISITARE LA TORRE

Alla torre di Belém si accede attraverso una passerella e il ponte levatoio. Si può acquistare il solo biglietto per la torre oppure uno dei diversi biglietti che comprendono altri famosi monumenti di Lisbona, tra cui il Monastero dei Geronimi che si trova lì vicino. Durante la visita interna si potrà ammirare il camminamento sulle mura difensive, la Sala delle udienze, la Sala del governatore, la Sala del re, una cappella e una terrazza panoramica.

La torre di Belém fu fatta costruire nel Cinquecento da re Giovanni II, come sistema di difesa per la foce del fiume Tago. I lavori di costruzione, portati poi avanti dal re Manuel I, vennero completati nel 1521. Il progetto è dell’architetto militare Francisco de Arruda e da Diogo de Boitaca, che collaborò anche al progetto del vicino Monastero dei Geronimi.

Saperne di più su CULTURA
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati